Panico a Roma

Giornata di panico per i tifosi romanisti. Il sindaco Marino, che ogni tanto se ne inventa una per finire in prima pagina, oggi ha rilasciato una dichiarazione, subito ripresa dall’ANSA con grande rilievo, che ha lasciato di stucco e molto preoccupati i tifosi giallorossi. Ecco la notizia…

Promette di imitare la Ferilli?”. Ma questa non è una promessa, è una minaccia.  Il pericolo serio adesso è che i calciatori, pur di evitare a se stessi ed ai tifosi la vista del sindaco nudo decidano di perdere le partite. Però, visto che a causa delle tasse e balzelli sempre crescenti, i cittadini ormai sono in mutande, è più che giusto che anche il sindaco finisca con le chiappe all’aria. Ma non avrebbe lo stesso effetto della Ferilli. Romanisti, non si sa mai,  meglio prendere le dovute precauzioni e fare gli scongiuri: toccatevi le pall…i palloni; questo porta sfiga!

 

…Forza Tiscaliiiii…

Ormai l’ha capito anche Flavia Vento (il che è tutto dire) che le società di calcio sono nient’altro che società d’affari. Il fatto che siano anche quotate in borsa lo dimostra. Investimenti miliardari, pallonari acquistati a peso, i più forti costano circa un miliardo al chilo. E poi ci si lamenta che le aragoste sono care! Ciò che sorprende, invece, è che ci siano delle persone che fanno il tifo per queste società. E se per caso una di queste società viene retrocessa…si mobilitano le masse. Si organizzano cortei e si protesta con lancio di molotov contro la sede del giornale "Il secolo XIX". Cosa c’entra "Il Secolo XIX" con la retrocessione del Genoa? Boh !? In fondo allo stivale italico, invece, per lo stesso motivo si bloccano i traghetti per nove ore. Cosa c’entrano i traghetti con la retrocessione del Messina? Boh !? Ma soprattutto perché fare il tifo per una società quotata in borsa? E’ come fare il tifo per Telecom o ENEL o Finmeccanica…

Continua a leggere “…Forza Tiscaliiiii…”