Anno Zero Zero

I cessi si indicano solitamente con "toilette", servizi, WC, bagno, ed anche con "00" (zero zero). Dipende dai luoghi. In televisione, per esempio, si usano diversi termini; li si chiama talk show, reportage, inchieste, contenitori, programmi di satira… In Parlamento, invece, usano delle indicazioni poco chiare, visto che Luxuria non sa dove andare a fare la pipì. Bisognerebbe essere molto chiari su queste cose perché è un servizio importantissimo che tutti usiamo ogni giorno, anche più volte. E non si può giocare sui termini e gli equivoci, le cose vanno chiamate col loro nome e…la merda è merda!

Continua a leggere “Anno Zero Zero”

La semantica sinistra di Gad Lerner

Devo riconoscere che ci vuole una buona dose di masochismo per seguire un’intera puntata de “L’Infedele” di Gad Lerner. Per fortuna va in onda sul tardi, fuori dalla fascia protetta. Così si evita che la vista della sua inquietante espressione facciale, tra l’orrido ed il mefistofelico, possa provocare traumi irreversibili ai bambini. Le sue dovrebbero essere puntate “a tema”, nel senso che affrontano un argomento specifico con l’intervento di ospiti in studio. In realtà, più che puntate a tema, sono puntate “a tesi”, nel senso che Lerner, ad ogni puntata, ha una sua tesi precostituita e, per dimostrarne la validità, si avvale di ospiti scelti accuratamente per avallare le sue tesi.

Continua a leggere “La semantica sinistra di Gad Lerner”

Gad Lerner e…San Faustino

Ultima puntata di "L’Infedele" dedicata a Fausto Bertinotti (unico ospite "politico", senza avversari, senza contradditorio e alla faccia della "Par condicio"…). Il tema della serata è un ipotetico "Processo" a Bertinotti. Conoscendo Gad Lerner si può già immaginare, anche senza aver visto la trasmissione, quanto sarà duro questo "processo". Ciò che continua a sorprendermi in gente come Gad Lerner e simili guru dell’informazione (ma il discorso si potrebbe estendere anche ad altri esponenti del mondo dello spettacolo e della cultura) è constatare come essi siano, o dimostrino di essere, del tutto convinti che i telespettatori siano tutti degli idioti o comunque…essi siano più "furbi" degli altri. Sembra incredibile, ma ne sembrano proprio convinti.

Continua a leggere “Gad Lerner e…San Faustino”

Stanlio & Ollio e l’art. 21…

Riparte su La7 la rubrica “Otto e mezzo” con la coppia Giuliano Ferrara-Gad Lerner. Non potrebbero essere più diversi fra loro, e non solo per la stazza fisica, i nostri “Stanlio e Ollio” dell’informazione. Possono essere più o meno simpatici, più o meno faziosi, più o meno bravi dialetticamente, ma fra i due esistono delle notevoli diversità di approccio ai temi politici e sociali. E’ questa loro diversità a rendere interessante, almeno finché regge la capacità di sopportazione, la contrapposizione dei diversi punti di vista e le loro analisi.

Continua a leggere “Stanlio & Ollio e l’art. 21…”

Gad Lerner e i tic nervosi…


Chi segue Gad Lerner sa che egli ha un leggero tic nervoso all’occhio sinistro e che, a causa di questo tic, il suo occhio sinistro sembri, spesso, chiuso. Ecco perchè i suoi detrattori, che lo accusano di faziosità, hanno gioco facile nell’affermare che Lerner veda benissimo ciò che succede a destra, ma su quello che succede a sinistra, spesso …chiuda un occhio!
Riferimenti: ( Torre di Babele )