Dio ama i gay

Lo dice il Papa. Ho scritto spesso in questi anni che Bergoglio parla troppo, parla a vanvera e non si rende conto di quello che dice. E più passa il tempo e più ne sono convinto. Ecco, per esempio, l’ultima  bergogliata del giorno.

Papa gay Dio

Dio ti ama come sei“, dice, rivolgendosi a Juan Carlos Cruz, un omosessuale che da piccolo ha subito violenze sessuali da parte di padre Karadima, un prete cileno accusato di pedofilia. Quella di Bergoglio sembra una frase corretta, un esempio della grande misericordia divina. Ma non è così semplice. La sodomia, praticata dai gay, è un peccato grave.  Se Dio ama i gay, allora ama i peccatori. Ma allora che senso hanno i Dieci comandamenti, se Dio vi ama comunque anche se non li rispettate e vivete nel peccato? Tanto vale annullare i Comandamenti e le regole morali, e lasciare che la gente faccia quello che gli pare: il peccato non esiste più. Tanto Dio vi ama comunque. Lo dice il Papa.

E non basta. Secondo quanto riporta la stampa avrebbe anche detto: “Juan Carlos, il fatto che tu sia gay non importa. Dio ti ha fatto in questo modo e ti ama in questo modo e a me non interessa. Il Papa ti ama come sei. Devi essere felice di chi tu sia’“.  Anche questa sembra una semplice dichiarazione di perdono e amore. Ma non è così. Se Dio lo ha fatto così e così lo ama, l’uomo non ha più nessuna responsabilità per le proprie azioni. Se pecca è perché Dio lo ha fatto così, peccatore. Ma allora che fine fa il libero arbitrio?

Ed ecco un’altra notizietta edificante sul rapporto fra Chiesa e mondo Lgbt.

.Vescovo gay

Reggio Emilia: veglia di preghiera omosex“. Tutto normale. Proprio oggi Bergoglio ha detto che Dio i gay “li ama come sono“. La Chiesa accoglie tutti, anzi ama e accoglie prima i peccatori, come pecorelle smarrite. Quindi: “prima i gay, lesbo, trans e assimilati”. Ma anche ladri, assassini, stupratori, delinquenti vari: in quanto peccatori hanno la precedenza ed un riguardo speciale. Poi, se c’è tempo e voglia pensiamo anche ai fedeli non peccatori. Ma vi sembra normale questa Chiesa? E questo Papa?

2 pensieri su “Dio ama i gay

  1. Mi permetto di fare una distinzione verso la fine del tuo articolo. Essere omosessuali non è peccato, è peccato la pratica omosessuale (così come la pratica sessuale fuori dal matrimonio). Per quanto riguarda ladri, stupratori e assassini, invece, non c’è condizione fuori dal peccato, perchè se sei un ladro, vuol dire che hai rubato, cioè hai commesso un peccato, mentre un omosessuale non è nel peccato se non commette atti immorali.

    Sono ovviamente d’accordo però sulla “deriva” pastorale di questo papa.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...