Migranti, foto e tarocchi

Le bufale in rete si sprecano. Sono così tante che quasi non fanno più notizia. Pochi giorni fa abbiamo appreso che il premio Pulitzer 2016 per la fotografia è stato vinto dall’agenzia Reuters e dal New York Times per  un servizio fotografico sui migranti che tentano di attraversare l’Europa.  Una  delle foto mostra un uomo ed una donna con un bambino tra le braccia, a terra sui binari di una stazione di confine in Ungheria, e dei poliziotti a lato che sembrano minacciarli con dei manganelli. Questo si lasciava intendere; che l’uomo cercasse di proteggere la donna a terra dalla violenza dei poliziotti. Ottima foto che serve a provocare sdegno e denuncia nei confronti di chi, con la violenza, cerca di impedire ai profughi “che scappano dalla guerra e dalla fame” di giungere in Europa. Poi, pochi giorni fa ecco la sorpresa.

La foto è vera, ma il messaggio che si lascia intendere è falso (La foto taroccata che vince il Pulitzer). Infatti non sono i poliziotti ad aver buttato a terra la donna, ma è stato lo stesso uomo a farlo. Lo si scopre grazie ad un video pubblicato da Euronews (Guarda qui il video) nel quale si vede l’uomo che scaraventa a terra la donna, gettandosi poi addosso e rischiando di far male a lei ed al bambino; i poliziotti intervengono per fermarlo. Non è la prima volta che si usano immagini tagliate, modificate o false per sostenere tesi di comodo. Oggi questa è l’informazione; un unico, grande, globale taroccamento.

Passano due giorni ed ecco un’altra scoperta. Questa volta ad opera del COISP, sindacato di polizia, che su Twitter pubblica un’altra foto che da tempo circola in rete e che fa discutere.  Anche in questo caso la foto è vera, ma il messaggio che se ne ricava lascia molti dubbi sull’attendibilità di questi servizi e sulla buona fede di chi li usa strumentalmente (Sui migranti ci prendono in giro).

 

La foto sembrerebbe, a prima vista, riprendere una scena già vista spesso; dei naufraghi che indossano i giubbini salvagente, in attesa di essere imbarcati sulle navi che li hanno soccorsi. Sarà così?. Ma allora quell’uomo in alto a destra nella foto perché sta in piedi sull’acqua e sembra toccare il fondo? Più che legittima la risposta prospettata: o quell’uomo è alto 7 metri e, quindi, tocca il fondo, oppure galleggia naturalmente sull’acqua per qualche miracoloso evento, oppure…oppure quella foto è stata scattata praticamente quasi a riva e quelli che usano queste foto per intenerire il cuore delle anime belle nostrane a favore dell’accoglienza degli immigrati ci prendono per il culo. Secondo me è buona la terza.

Niente di nuovo e sconvolgente. Che le foto che circolano sui media molto spesso siano taroccate lo sappiamo da tempo. Fin da quando si scoprì, dieci anni fa, che l’agenzia Reuters taroccava con Photoshop le foto del conflitto israelo-libanese per ingigantire gli effetti dei bombardamenti che non rispettavano nemmeno le scuole e gli asili, e dimostrare quanto fossero “cattivoni” gli israeliani che sparavano ai poveri Hezbollah che erano buoni, pacifici, disarmati e indifesi. Poi si scoprì che i polveroni e le nuvole di fumo che uscivano da quelle scuole non erano effetto delle bombe israeliane, ma erano causati dagli stessi hezbollah che si rifugiavano proprio nelle scuole che usavano come deposito di armi e da dove sparavano missili. Ma questo Reuters non lo mostrava. E, guarda caso, anche questa foto che ha vinto il Pulitzer 2016 è della Reuters. Sarà un caso? Eccheccasoooo…direbbe Greggio. Non è la prima volta che riporto notizie di taroccamenti mediatici, di bufale e di manipolazione delle notizie. Ma c’è ancora qualcuno che crede a quello che si vede e si legge sui  giornali, in rete, sui social network, in televisione, nei telegiornali di regime  omologati al pensiero unico?

Vedi

Bufale di giornata (2014)

E questa la chiamano informazione (2006)

Osservatori ONU e il guardiano della mucca. (2006)

Cosa osservano gli osservatori? (2006)

L’informazione “fai da te” (2006)

La pace impossibile (2006)

Vertice UE (e anche questa è fatta) (2006)

Tutto secondo copione (2006)

RAI: di tutto, di più…di peggio (2006)

Quiz libanese e “Leoton mission show” (2006)

Prodi ha una missione storica: andare a quel paese… (2006)

Stampa e amnesie (2006)

Dall’orgoglio alla vergogna il passo è breve (2006)

Passeggiate libanesi (2008)

L’equivicinanza secondo D’Alemhamas (2006)

D’Alema è preoccupato: gli altri, invece, sono incazzati (2006)

Amenità libanesi (2008)

Orgoglio e vergogna (2008)

Gaza vista dall’Ansa (2009)

Taroc News from Gaza (2011)

Il trucco c’è, e si vede (2013)

6 pensieri su “Migranti, foto e tarocchi

  1. amedeo

    Ciao Giano!
    Sono passati alcuni anni e forse mi hai dimenticato ma ho spesso condiviso le tue idee ed anche questa volta mi trovi perfettamente d’accordo.
    Un saluto
    Amedeo Minghetti

    Mi piace

    1. Giano

      Bentornato Amedeo. Ti sembrerà strano, ma ti ricordo, perché il tuo nome, per assonanza, ricordava il cantante Amedeo Minghi. Grazie per la solidarietà, buona serata.

      Mi piace

  2. Lentiacontatto

    Buongiorno, eccomi di ritorno,sto preparando un’ altro post per te Giano.
    titolo:Migranti e cose dell’altro mondo, (se ti fa piacere) a giorni lo invio. Grazie per la tua gradita risposta.
    Ciao

    Mi piace

  3. Lentiacontatto

    Buongiorno Giano, e buon primo maggio. Oggi per me è una giornata speciale
    è il mio compleanno. A proposito del post sui migranti ,ho cercato di accorciare un pochino
    rendendolo meno noioso.Quindi vorrei inviartelo, se posso
    Grazie Giano
    Ciao

    Mi piace

    1. Giano

      Tantissimi auguri; che sia una giornata davvero speciale con qualche piacevole sorpresa, serenità, sorrisi, affetto e qualche regalino. Manda pure il tuo pezzo. Grazie, buona giornata e ancora Buon compleanno.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...