Il “motivatore”: i guru moderni

Cos’è un “motivatore? E’ un tale che vi insegna come diventare tutti geni con poche mosse. Beh, magari non tutti riusciranno ad emergere ed avere fama, gloria, successo e denaro, ma lui certo ha trovato il modo di campare tranquillo: questa è già una trovata geniale. Ci spiega il miracoloso segreto un articolo di poche righe su Libero: “Vuoi diventare una persona migliore? Basta una sola mossa“. Chiaro? Vuoi diventare un genio? Facile, basta volerlo.

Eccolo qui a lato, il nostro “Motivatore”, Mario Furlan, una specie di dottor Dulcamara in versione moderna. Così come il nostro dottore spacciava il suo specificio come cura miracolosa per tutti i mali, il nostro Dulcamara moderno dice che tutti, ma proprio tutti, possono risvegliare in sé le doti ed i talenti nascosti: basta poco, basta seguire i suoi consigli. Per lui anche lo scemo del villaggio, sotto sotto, è una specie di piccolo genio incompreso. Basta togliere un po’ di patina, qualche incrostazione, un po’ di polvere, cercare nel fango e nella melma in cui è immerso il nostro “Io” segreto, rompere quell’involucro che racchiude i nostri talenti, ed ecco venire fuori  lo splendore di un diamante. “Basta poco, che ce vò…”, diceva Covatta in uno spot umanitario. Dalle note su Wikipedia apprendiamo che il nostro guru ha un curriculum di tutto rispetto ed una carriera di successo, anche se un po’ tormentata: “Dopo una gioventù turbolenta e violenta tra centri sociali, gruppuscoli anarchici e di estrema sinistra e frange della tifoseria estrema, ha abbracciato una filosofia pacifista e fortemente spirituale, all’insegna della fratellanza universale e del rispetto di ogni forma di vita.”. Ecco, un altro folgorato sulla via di Damasco. Almeno Furlan, per sua fortuna, lo ha capito presto. Altri “rivoluzionari” capiscono le stronzate giovanili solo in età molto avanzata e quando hanno già procurato danni irreparabili a chi gli stava vicino. Quindi è giusto segnare un punto a suo favore.

Però restano tutti i dubbi su queste miracolose ricette per far diventare tutti dei “diamanti“, anche le palline di sterco. Stessi dubbi che ho sempre avuto sulle varie terapie e correnti di pensiero che affollano il panorama degli studi e degli studiosi della psiche umana. Ne parlavo di recente su “Psicologia, cani e pulci“. Queste teorie sul fatto che gli uomini siano sostanzialmente tutti uguali, fatti in serie, e che tutti siano in possesso di grandi talenti nascosti, e che tutti possano scoprirli e valorizzarli solo con un po’ di applicazione, di volontà e di impegno nel seguire poche regolette…beh, mi ricorda molto la storica frase di Fantozzi sulla Corazzata Potemkin: “E’ una cagata pazzesca“. Ma c’è un sacco di gente che ci crede; ed un altro sacchetto che…ci campa. Un conto è insegnare qualche trucco o dare dei consigli per migliorare le proprie capacità e cercare di esprimere al meglio le potenzialità individuali, altro è lasciar credere che tutti abbiano delle grandi doti nascoste (che è falso) e possano scoprirle facilmente ed esprimersi ai massimi livelli. E’ una vera e propria truffa culturale, a livello  di circonvenzione di incapace; si sfiora il reato penale.

Lo stesso concetto della fondamentale uguaglianza degli uomini e del fatto che tutti possano diventare migliori di quello che sono, tutti geni, artisti, “poeti, santi e navigatori“, basta volerlo, è piuttosto diffuso, purtroppo. Un altro guru di successo, Raffaele Morelli, lo affermava dieci anni fa in un suo libro “Ciascuno è perfetto“. Gli dedicai un post nel 2006: “Come vivere felici con 5 euro“. La gente magari non riuscirà ad essere proprio felice, come prometteva Morelli, o non diventerà un diamante, come promette Furlan, ma gli autori hanno comunque successo, fama e denari perché gli ingenui e creduloni in circolazione sono più di quanto si pensi. Se fosse così facile come dicono i nostri autori, e tanti (troppi) psicologi e terapeuti, dovremmo vivere a lungo felici e contenti in un mondo perfetto, come nelle favole. Siccome così non è, basta guardarsi intorno per capirlo,  e la realtà è diversa, sussiste qualche giusto sospetto sulla validità di queste ricette miracolose. E chi le spaccia come rimedio universale dovrebbe essere denunciato per abuso della credulità popolare.

Vedi

 What a wonderful world (2003)

Come vivere felici con 5 euro (2006)

La psicoanalisi ed i peni volanti (2006)

Donne, uomini, erotismo ed altro (2009)

Ritorno al passato (2015)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...