Corriere e terremoti

Ecco come il Corriere.it stamattina dà la notizia del fortissimo terremoto che ha colpito il Cile.

Ciò che colpisce subito è che, secondo il Corriere, l’epicentro di questo terremoto sarebbe stato localizzato a “11 metri di profondità“. Praticamente nello scantinato, in garage, in cantina, nel locale caldaie. Un po’ troppo superficiale, no? Ovvio che si tratti di un errore di battitura. In realtà, come riportano gli altri siti la profondità è di 11 chilometri. Ma un errore scappa a tutti, anche nelle migliori famiglie editoriali, perfino nel Corrierone nazionale. Sono certo che all’interno, nell’articolo, avranno riportato la notizia corretta. Così, per curiosità, clicchiamo sul link “Terremoto in Cile; un milione di evacuati“,  e vediamo la pagina interna. Eccola sotto…

Ops, anche nella pagina interna viene ripetuto lo stesso errore. Mah, forse il redattore era un po’ assonnato. O forse hanno ripreso pari pari il sottotitolo di prima pagina e, quindi, sbadatamente hanno ripetuto l’errore. Succede che, nella fretta di riportare la notizia in prima pagina,  ci scappi l’errore, e che poi, sempre per la fretta di pubblicare il pezzo, lo si ripeta anche nel sottotitolo all’interno.  Ma sono certo che nel corpo dell’articolo riporteranno l’informazione giusta. Vediamo, scorriamo il testo ed ecco cosa si legge…

Ma allora insistono. Allora non si tratta di una svista, del solito errore di battitura, anche in ragione della fretta di pubblicare. Allora chi ha scritto il pezzo è proprio convinto che il terremoto in Cile sia a livello sottopassaggio. Bene, facile ironizzare sulla serietà, l’attenzione e lo scrupolo, dei redattori del Corrierone. Ho riportato spesso svarioni, errori vari, refusi e titoli ambigui che si prestano a varie interpretazioni. Ormai, in tempi di informazione in tempo reale, succede che si battano notizie giusto per riempire le pagine, senza verificare, senza accertare le fonti, senza chiedersi se certe notizie siano davvero “notizie”, oppure siano spazzatura spacciata per informazione.  Già, perché la cosa inaccettabile di questa informazione usa e getta non è tanto l’errore di battitura, che può sempre succedere, ma è il fatto ingiustificabile che non rileggono nemmeno quello che scrivono. Come ho ripetuto spesso, questo modo di fare informazione, approssimativo, superficiale, dilettantesco,  è intollerabile, è assoluta mancanza di rispetto nei confronti dei lettori. Beh, nonostante i vari aggiornamenti della pagina che vengono effettuati di continuo, alle ore 9.30 quell’errore è ancora lì, sia in prima pagina, sia all’interno.  E non parliamo del Corrierino delle Giovani marmotte, stiamo parlando del Corriere, il più importante, diffuso ed autorevole quotidiano d’Italia. Resta solo la curiosità di vedere quando qualche redattore un po’ più sveglio degli altri se ne renderà conto  e si deciderà a correggerlo. E’ la stampa, bellezza.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...