Diffidate degli intellettuali

La diffidenza nei confronti degli intellettuali è una storia vecchia, molto vecchia, risale ai tempi della scuola. E da allora questa diffidenza, anziché affievolirsi è andata crescendo. Ecco perché ho ripubblicato un vecchio post del 2009 “Diffidare è d’obbligo” e segnalato i link ad altri articoli simili in cui parlavo di Andreoli e di Scalfari. Lo spunto mi è stato fornito da due articoli recenti. Il primo è di Luisa Muraro, filosofa, della quale il Corrirere.it, pubblicava il 28 marzo scorso, il testo del suo intervento al Book Pride, la fiera nazionale dell’editoria indipendente, sotto il titolo “La differenza sessuale c’è, è dentro di noi”.   Già il titolo è piuttosto ambiguo, perché sembra dire una banalità, ma, visti i tempi di teorie e cultura gender, non è mica così scontato che qualcuno scriva un articolo per dire una cosa ovvia.  La signora, pardon “filosofa”, infatti, la prende larga e per dare corpo e autorevolezza alle sue osservazioni sull’argomento parte addirittura da Aristotele, arrivando fino ai giorni nostri, con tutte le dotte citazioni del caso. Se volessi commentare il pezzo, dovrei comportarmi da perfetto “intellettuale”. Ma non vale la pena. Ne parlo giusto per riportarlo come esempio di cosa oggi riempie pagine e pagine di quotidiani in rete, anche prestigiosi come il Corriere, o di quale sia il livello culturale dominante. Chi vuole, può leggere il pezzo cliccando sul link sopra riportato. Alla fine del pezzo, dovrebbe avere l’onestà di dire cosa ha capito.

Il secondo articolo è un’intervista di Eleonora Barbieri al prof. Edoardo Boncinelli, pubblicata il 30 marzo scorso sul Giornale.it. Potete leggerlo qui “Ricercatori, basta lagne, fate scienza e divertitevi“. Il prof. Boncinelli, autore di una quarantina di opere, è uno degli scienziati di punta e di maggior prestigio ed autorevolezza della ricerca italiana. Parla spontaneamente del suo lavoro, della bellezza della ricerca, dell’inutilità dei festival della scienza, appuntamenti ormai immancabili di quel giro di “intellettuali!” che ne fanno pretesto per fare passerella e incassare lauti rimborsi: “Io di festival ne ho frequentati e fondati, e alla fine ho capito: è la predica laica della domenica. La gente ci va per stare meglio. Del resto i veri scienziati non li conosce nessuno. I veri scienziati non parlano mai, perché se bisogna parlare di scienza fanno parlare i filosofi… una cosa ridicola.”. Ed ecco il punto dell’intervista in cui accenna agli intellettuali.

Barbieri: Ha detto: «Io gli intellettuali li odio». Perché?

– Boncinelli: Mi stanno sulle scatole, sono presuntuosi. Se leggo un articolo di un intellettuale mi viene il voltastomaco.

Barbieri: Facciamo un nome?

Boncinelli: Scalfari, per esempio. Gli intellettuali sono persone che hanno ricevuto un’istruzione superiore alla loro intelligenza.

Barbieri: E non se ne sono accorti?

Boncinelli: No. E così se la tirano, si danno arie incredibili. Hanno uno spazio immeritato nella cultura perché dicono quello che piace alla gente.

Più chiaro di così non si può. Ora, ogni tanto mi viene qualche scrupolo ad essere molto critico nei confronti del mondo della letteratura, dell’arte, della cultura in genere e della categoria degli “intellettuali” in particolare. Poi leggo le dichiarazioni di un autorevolissimo scienziato come Boncinelli che non sopporta gli intellettuali ed il primo nome della lista è proprio Scalfari e…mi spariscono  dubbi e scrupoli. Anzi, mi sa che ho proprio ragione.

Vedi:

Cazzate d’autore (2005)

Scalfari e la mosca (2007)

Narcisismo intellettuale (2015)

. Fidelio pop e Prima scaligera

La Traviata di Fantozzi

Arte e autoerotismo

Biennale di Venezia

Creativi si nasce, Alberoni si diventa

Poeti Ogm

Pippe in TV

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...