Un mondo migliore

Un mondo migliore è possibile, dicono. A me basterebbe un mondo normale; dove i delinquenti stanno in galera, i matti in luoghi di cura, i mediocri e gli idioti non fanno politica, non vanno nei pollai televisivi a starnazzare del nulla e non riempiono libri e giornali di inutili sproloqui, giusto per portare a casa la pagnotta. Un mondo in cui i bambini giocano, invece che pensare al sesso  a dieci anni e le mamme allevano i figli, invece di gettarli nella spazzatura. Un mondo in cui le persone stanno al posto che gli compete e gli si addice, per capacità, cultura, intelligenza e meriti, senza inseguire onori, gloria, potere, ricchezza e successi che non gli spettano. Un mondo in cui chi detiene il potere e ricopre incarichi pubblici sia al servizio della società e non viceversa. Cose che sarebbero normali in un mondo normale. Se oggi non lo sono, è evidente che questo non è un mondo normale. Allora non c’è bisogno di inseguire utopie irrealizzabili e mondi perfetti, basterebbe avere un mondo “normale”. Ma forse  anche la semplice normalità è  un’utopia.

Spesso si usa attribuire alla politica la colpa di favorire la corruzione ed il degrado sociale. E’ vero in parte. Il sistema politico può favorire o limitare i danni, ma non è la causa prima della corruzione  e della naturale propensione umana alla malvagità d’animo. La politica non può rimediare alla corruzione  e risolvere i problemi; non si possono fermare per legge i peggiori istinti naturali, così come non si può fermare per legge un terremoto. La politica è essa stessa frutto della malvagità, è una conseguenza della malvagità umana, non la causa e nemmeno il rimedio.  La politica “è” il problema. Si dice che la corruzione nasca anche a causa di una eccessiva presenza dello Stato nella vita pubblica e nell’economia, che favorisce il proliferare del sistema di buste, bustarelle e tangenti per ottenere ciò che,  di norma, dovrebbe essere concesso per semplice diritto e non come un favore. Ma anche in questo caso non è del tutto esatto. L’Italia ha un sistema economico che non è statalista, ma nemmeno liberale. E’ una via di  mezzo fra lo statalismo ed il liberalismo. In teoria esiste la massima libertà  nell’attività economica. In pratica, però,  lo Stato è onnipresente, sia con Enti e Aziende pubbliche, sia con una assillante rete burocratica che  limita enormemente la crescita e la stessa libertà d’impresa. In questo sistema misto, se le aziende vanno bene incassano gli utili e, spesso, non pagano nemmeno le tasse. Se vanno male interviene lo Stato a salvarle con denaro pubblico. Insomma, abbiamo un sistema ibrido in cui il profitto è privato ed il debito è pubblico. E la corruzione ce l’abbiamo nel sangue.

Né vale appellarsi alla questione morale. La morale in natura non esiste. E se esistesse non sarebbe uguale per tutti. La morale delle gazzelle sarebbe diversa da quella dei leoni, quella dei gatti sarebbe diversa da quella dei topi e quella dei ragni sarebbe diversa da quella dei moscerini. Non esiste il bene e non esiste il male; esiste solo ciò che è come deve essere, per natura. E tutti, animali e piante, vivono secondo questa legge. La natura è amorale. Solo l’uomo, grazie alla sua presunzione, pensa di essere al di sopra di queste leggi e vorrebbe modificare il mondo per adattarlo al proprio concetto astratto di morale. Anch’io sogno un mondo migliore. Sogno un mondo senza malattie, guerre, sofferenza, catastrofi naturali, fame. Sogno un mondo in cui tutti siano sani, belli, ricchi e felici. Sogno un mondo perfetto. Sogno. Poi mi sveglio e mi tengo il mondo così com’è.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...