Sgarbi e l’auto misteriosa

Ieri tutti i quotidiani hanno riportato la notizia della brutta avventura di Vittorio Sgarbi. L’auto sulla quale viaggiava ha preso fuoco, a causa, dicono, di un corto circuito all’impianto elettrico. Succede. Per fortuna Sgarbi e gli altri occupanti della vettura se la sono cavata solo con un po’ di spavento. Ma in questa notizia di cronaca c’è un piccolo mistero.

Ecco a lato il box apparso sulla prima pagina del Corriere.it.  Qui si può leggere l’articolo “Auto va a fuoco; paura per Sgarbi“. Credo sia normale che, vedendo la foto e leggendo il pezzo, ci si chieda che tipo di macchina sia quella andata a fuoco.  Semplice curiosità. Ma nel pezzo sul Corriere questa informazione non c’è. Strano, ma pazienza, forse i solerti cronisti del Corriere non reputano importante specificare il modello dell’auto. Poi, però, visto che quella notizia la troviamo su tutti gli altri siti d’informazione in rete, sempre per curiosità, leggiamo anche altri articoli e scopriamo che tutti riportano chiaramente il tipo di macchina: si tratta di una Lancia Thesis. Lo riferisce l’ANSA: “Le fiamme che hanno distrutto la Lancia Thesis …”. Lo riporta anche il quotidiano L’Unione sarda: ” Illesi tutti i passeggeri, mentre la Lancia Thesis è andata completamente distrutta.”. E così anche tutti gli altri siti riportano chiaramente il tipo di auto coinvolta: una Lancia Thesis.

Allora, come diceva Lubrano, la domanda sorge spontanea: “Come mai, se tutti riportano il tipo e la marca dell’auto, il Corriere non lo scrive?”. Si può anche pensare che questa sia una domanda inutile, fuori luogo, superflua, da eccessiva pedanteria. Ma non lo è. Anzi, sono quei piccoli dettagli che ci aiutano a capire meglio come funziona l’informazione. E’ dalle piccole cose che, spesso, si capiscono quelle grandi. Vediamo di dare una spiegazione al mistero dell’auto che il Corriere evita di citare. Un’auto che prende fuoco per un difetto di fabbricazione, come è il caso di un corto circuito elettrico, lascia qualche dubbio sull’affidabilità e la sicurezza del modello e della casa costruttrice. Così abbinando la marca dell’auto all’incidente  l’azienda che la produce ne ricava un danno dell’immagine. E’ una specie di pubblicità negativa che le aziende vorrebbero evitare ad ogni costo.

La conseguenza è che un possibile cliente che voglia acquistare un’auto nuova, trovandosi di fronte ad una Lancia Thesis, potrebbe ricordarsi dell’incidente di Sgarbi e pensare che, in fondo, è meglio scegliere un altro modello perché quella potrebbe avere dei problemi al circuito elettrico e potrebbe prendere fuoco. Questo è il meccanismo mentale che abbina l’incidente di Sgarbi alla Lancia Thesis. Bene, ma allora perché il Corriere evita di citarla, mentre l’avrebbe certamente citata se fosse di un’altra marca straniera? Elementare Watson…perché la Lancia Thesis è del gruppo Fiat e la Fiat è l’azionista di maggioranza del Corriere della sera. Ergo, meglio non citarla perché, per i motivi  suddetti, sarebbe una pubblicità negativa per la FIAT.  Chiaro? E se usano questi trucchetti infantili per delle insignificanti notiziette di cronaca, figuratevi come manipolano l’informazione quando si tratta di interessi ben più consistenti. E’ la stampa, bellezza!

2 pensieri su “Sgarbi e l’auto misteriosa

    1. Giano

      Ciao Annamaria, coraggio, se a ferragosto sembra Natale, magari a dicembre si va al mare. Da noi caldo e sole, tempo perfetto per i vacanzieri. Ma anche per chi sta a casa.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...