Hanno detto…

Dichiarazioni quotidiane di straordinaria banalità.

Dopo 34 anni dalla strage, finalmente la svolta storica. Il Presidente Napolitano, che non riesce a star zitto un solo giorno, nemmeno se lo torturano, rilascia la sua quotidiana dichiarazione su tutto lo scibile umano. Oggi tocca alla tragedia di Ustica  (Vedi ANSA). E cosa dice di nuovo, importante e fondamentale per far luce su quella tragedia? Dice che bisogna “accertare la verità“. Ecco a cosa servono i presidenti; a dire ciò che nessuno si aspetta, a sorprendere con visioni della realtà invisibili e sconosciute al popolino, a fornire spiegazioni di misteri inspiegabili, ad essere faro di riferimento per le menti deboli e confuse, ad illuminare il popolo ignorante e distratto, dispensando ogni giorno  perle di saggezza e di genialità. A nessuno verrebbe in mente di dire che su Ustica bisogna accertare la verità. Sono intuizioni straordinarie che vengono solo ai più geniali. Per questo sono presidenti e voi no.

Ecco un’altra sconvolgente rivelazione: Balotelli riconosce di aver sbagliato (ANSA). Ma va, sa che nessuno ci aveva fatto caso? Però ora, dopo aver litigato con tutti i compagni di squadra e con lo stesso CT ed aver contribuito in maniera determinante a farci eliminare dai mondiali, si scusa e dice di aver “capito la lezione“. Già, ma ormai il danno è fatto! Ora, però anche noi vorremmo capire la lezioncina di Prandelli. Significa che per quattro anni ha  messo su una squadra creata su misura ed in funzione di Balotelli, che poi si dimostra un bidone, e tutto, alla fine, si risolve nell’aver spiegato la lezioncina a Balotelli che, finalmente, l’ha capita? Caro Prandelli, ma non poteva spiegargliela un po’ prima? E come mai ha impiegato tanto tempo a capire che questo ragazzo aveva qualche leggerissima difficoltà di apprendimento e, forse,   aveva bisogno di un insegnante di sostegno?  Non sarà che non seguiva le lezioni perché anziché ascoltare Prandelli, come facevano i suoi compagni, lui ascoltava musica con le cuffie eternamente alle orecchie? Ma se questo ragazzo ha ancora bisogno di queste lezioncine elementari, invece che chiamarlo in nazionale perché non lo rimandano alle scuole materne, così ricomincia da zero e, con calma, impara le più elementari regole del vivere umano? Ma, soprattutto, ricordatevi di togliergli le cuffie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...