Quiz cinese

Il nostro premier tutto nei e chiacchiere è andato a quel paese…in oriente. E’ stato in Vietnam, poi ha fatto un salto in Kazakistan e visto che si trovava in zona,  oggi è in Cina. Così si distrae. Ed ovunque, a quanto pare, va a spiegare le sue grandi riforme; quelle che per il momento ha solo in testa. Ma siccome il nostro boy scout è molto sicuro di sé, per lui è come se le riforme siano già fatte, attuate ed in vigore; scambia la realtà con le buone intenzioni o i deliri notturni. Devono pensarlo anche tutti i suoi interlocutori, forse un po’ confusi dalla sua loquacità. Già appena insediato, parte subito per spiegare le riforme in Europa, ad Hollande, alla Merkel, a Cameron. E tutti si dichiarano entusiasti. La Merkel disse che era “affascinata” dal programma del nostro premier. Ma se non si era ancora nemmeno seduto sulla poltrona a Palazzo Chigi, come fa ad andare in giro per il mondo a sbandierare riforme che sono solo nella sua testolina? Ma, soprattutto, come fanno capi di Stato seri ed autorevoli a prendere per buone le visioni renziane? Mistero. Ecco come oggi titola l’ANSA a proposito del viaggio del riformatore Renzi

 

Anche Xi Jinping (da non confondere con il Jumping, meno pericoloso dei cinesi), a quanto pare è stato profondamente colpito da queste misteriose riforme che, afferma, “Hanno avuto una grande risonanza internazionale” (!?). Fra capi di Stato si usa così, se la suonano e se la cantano. Chissà se al presidente cinese è riuscito a parlare di “diritti umani” o a proporre, per restare in tema, una bella “riforma” dei Laogai. No, forse è meglio sorvolare su certi argomenti; vero Renzi? (Vedi “Ombre cinesi“)

Sembra incredibile che tutto il mondo sia a conoscenza delle sparate (perché finora siamo ancora a questo livello) del Bomba di Rignano. E’ un mistero, sembra un quiz: “Posto che Renzi si è appena insediato, come fanno in Cina a conoscere le riforme che devono ancora essere attuate?”. Ci spiano? Hanno particolari doti di preveggenza? Sono attentissimi alle innovazioni italiche perché poi ci copiano e ci rivendono delle riforme taroccate? Boh, mistero. Però deve esserci qualcosa di vero nella possibilità che riforme e tarocchi abbiano un nesso. Infatti, finora, questa storia delle grandi riforme renziane sembra proprio solo fuffa,  fumo. Vuoi vedere che si tratta proprio dei soliti tarocchi cinesi? Siamo sicuri che lo stesso Renzi sia originale e non sia invece un cinese travestito da toscano che spaccia riforme taroccate made in China?

La cosa curiosa è che mentre sembra che tutto il mondo sia a conoscenza di queste misteriose riforme, solo gli italiani non le hanno ancora viste e capite. Per il momento si sentono solo ipotesi, promesse e buone intenzioni sbandierate quotidianamente sui media di regime, ma di concreto zero. Dove andrà adesso il nostro premier riformista ad illustrare il suo programma? Forse andrà a spiegare le riforme ai tagliatori di teste del Borneo, alle tribù cannibali della Nuova Guinea, oppure agli esquimesi ed agli orsi polari? Bene, sono certo che anche le foche ed i pinguini saranno affascinati da questo “grande statista” e pifferaio mediatico. Speriamo solo che, al ritorno in patria, spieghi queste sue miracolose riforme anche agli italiani, che non le hanno ancora capite.

A proposito di quiz…

Pochi giorni fa sul Corriere è comparso questo articolo “Cina,  alle elementari test-rompicapo di matematica: riuscite a risolverlo?“. Il quiz è quello riportato a lato e la domanda è questa: “…in quale posto è parcheggiata la macchina? Hai 20 secondi per rispondere.”. Non viene specificato, anche se sarebbe opportuno, ma si intente “in quale numero di posto“. E’ un classico problemino di logica. Facilissimo ed intuitivo risolverlo se avete una mentalità logica ed una buona capacità di osservazione. Un po’ più impegnativo se voi con la logica fate a pugni ed avete qualche difficoltà di concentrazione. Ma la cosa strana è che, secondo l’articolo, questo test non è rivolto a persone adulte, ma viene sottoposto ai bambini per l’accesso alle scuole elementari. Ma se questi bambini devono ancora frequentare la scuola primaria e, si presume, non sappiano ancora leggere, scrivere, riconoscere i numeri , come fanno a capire il test? Ammettiamo pure che, grazie al progresso e ad un livello culturale medio della popolazione molto superiore a quello del passato, oggi i bambini sappiano già leggere prima dell’accesso alla scuola elementare, resta qualche dubbio su questo test.  Oppure i cinesini sono tutti genietti che già a 5 anni leggono, scrivono, sanno far di conto e risolvono tranquillamente i problemini di logica?

Ho la sensazione che anche questa notizia sia il solito tarocco made in China. Ma non sarà che i cinesi, per predisposizione genetica, nascono già taroccati? Ma i cinesi esistono davvero, oppure sono una bufala raccontata da Marco Polo? Ma Marco Polo è esistito davvero, oppure era un cinese travestito da veneziano che  raccontava balle sulla Cina, tanto per darsi arie e guadagnare alle spalle dei creduloni?  Boh, misteri cinesi…

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...