Va, pensiero

Anche oggi continua l’invasione di migranti. Quando gli africani si saranno trasferiti sulla nostra terra e noi ci sentiremo stranieri a casa nostra (non ci vuole molto, è solo questione di tempo), allora,  come gli ebrei ridotti in schiavitù  e lontani dalla loro patria, con nostalgia e rimpianto per l’Italia che fu, potremo a pieno titolo cantare “Va, pensiero…” pensando alla nostra Patria …sì bella e perduta.

2 pensieri su “Va, pensiero

    1. Giano

      Dici che passa? Non so, tempo che il futuro non sia per niente rassicurante. Il guaio è che ne pagheranno le conseguenze i ragazzi di oggi. Ma quando scopriranno di aver regalato l’Italia agli africani sarà troppo tardi per rimediare. E naturalmente nessuno sarà responsabile.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...