TG “00”

C’è il TG1, il TG2, il TG3, e poi il TG4, TG5…sono tutti numerati. Sono quelli che ci aggiornano sulle ultimissime ed importantissime notizie della giornata.  La storia del mondo dovrebbe dividersi non più in A.C e D.C, ma “prima dei Tg e dopo i TG“. Come viveva l’umanità prima che inventassero la televisione ed i Telegiornali? Era un periodo buio, un lunghissimo medioevo dominato dall’oscurità, dalla mancanza di conoscenza. Diciamo che la gente, in assenza di notizie dal mondo, pensava “ai cazzi suoi” o almeno a ciò che li riguardava da vicino. E, strano, ma vero, viveva ugualmente tranquilla e serena anche senza sapere cosa succedeva quotidianamente in Groenlandia, in Madagascar o in Patagonia.

Poi, finalmente, l’umanità conobbe una nuova era di illuminazione e conoscenza, arrivarono i TG, le notizie dal mondo, anche dai più sperduti angoli della Terra. Dal nord al sud (isole comprese) spuntarono come funghi i pifferai magici dell’informazione: giornalisti, cronisti, redattori, inviati speciali,  corrispondenti dall’estero,  servizi speciali, le immagini e la cronaca in diretta di incidenti, tragedie e cataclismi naturali, le interviste ai familiari delle vittime, il “dolore dei parenti“, la lacrima in primo piano, la macchia di sangue sul pavimento, la testimonianza dei conoscenti “Era una persona solare…” (mai una volta che, nemmeno per sbaglio, capiti una persona “lunare“, mai…tutte solari), la fatidica domanda di rito del cronista d’assalto con microfono incorporato alla donna miracolosamente scampata al terremoto ed ancora stravolta “Ha avuto paura?”. 

Fu l’inizio dell’era dei TG, il trionfo della notizia in diretta, dell’aggiornamento in tempo reale di tutti gli avvenimenti mondiali. Se in Australia un canguro fa i salti di gioia (può succedere ai canguri particolarmente felici)  o se un montone rincorre un turista troppo curioso nelle isole Faroe, o Fær Øer (qualcuno sa dove si trovano?), le immagini, con relativo servizio “esclusivo“, fanno il giro del mondo in diretta sui TG, su Twitter, su Facebook. E tutti sono felici perché sono convinti dell’utilità di questa informazione globale. E sono anche convinti che questa valanga di notizie quotidiane accresca le proprie conoscenze e, quindi, le proprie capacità di interagire con il mondo. I più convinti sono proprio quelli che nel mondo dell’informazione ci lavorano e ci campano. Sì, c’è gente al mondo che ha delle strane convinzioni.

Ai vari TG enumerati in apertura (Tg 1, Tg 2, Tg 3 etc…) bisognerebbe aggiungerne un altro, il “TG 00” (zero zero). Lo “00” è quello che, secondo i luoghi, viene definito anche in altri modi: servizi, bagno, toilette, ritirata, latrina, WC, gabinetto. Ecco, quello. Vista la qualità dell’informazione, spesso di tipo escrementizio o da raccolta differenziata,  lo “00” sarebbe il simbolo più appropriato,  Del resto, l’informazione, oggi, sia in televisione o sulla stampa, o su internet, sempre quella è. Cambia il mezzo di diffusione, ma le notizie sono le stesse, da “Zero zero“.  Esempio…

Ecco l’ultimissima news in tempo reale per coloro che non possono fare a meno di sapere cosa succede all’altro capo del mondo, ansiosi di conoscere tutti i fatti e fatterelli privati di gente che vive nel proprio quartiere, nel vicino paesello o “in su corr’e sa furca…”. Per coloro che stamattina si sono svegliati con una domanda assillante nella mente: cosa farà oggi Pistorius in tribunale? Milioni di italiani se lo chiedono: i cassintegrati del Sulcis, i precari, i dipendenti della Electrolux, gli esodati, i pensionati al minimo che giusto per un miracolo sono ancora vivi, i giovani per i quali il lavoro è un miraggio. Ecco, tutta questa gente oggi si è svegliata con una sola domanda in testa: cosa fa Pistorius? Ed ecco che, per fortuna, la strabiliante tecnologia moderna ci mette in condizioni di avere una risposta immediata e rassicurarci: Pistorius oggi, in tribunale, ha vomitato. Ce lo rivela l’ultimissima NEWS ANSA. Contenti?

Se per voi tutto questo è normale, e non ci trovate niente di strano, siete fortunati. Non avrete mai da affrontare domande scomode nella vita. Passerete su questa Terra incoscienti, appagati, ingenui, soddisfatti, leggeri come piume sollevate dal vento, in perfetta beatitudine e, come nelle favole, vivrete a lungo felici e contenti. Gli altri, invece, prima o poi dovrebbero chiedersi: ma in che ca…volo di mondo stiamo vivendo?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...