Orgasmo in diretta

Anche questa è arte“, verrebbe da dire, rifacendomi agli ultimi post in cui , prendendo spunto dal film di Sorrentino “La grande bellezza“, facevo alcune considerazioni sull’arte contemporanea. Esagero? Credo proprio di no.

Ecco, a conferma di quando dico,  un altro fulgido esempio di cosa oggi si definisca “Arte“: l’orgasmo. Che sia una meraviglia del creato non c’è dubbio. Ma se così è, allora siamo tutti artisti! O quasi. Ironia a parte, questo titolo compariva ieri su Libero on line. Curiosi? Leggete il pezzo e guardate il video qui: “Hysterical literature: le donne che si masturbano mentre leggono“. Per una curiosa coincidenza, proprio tre giorni fa ho scritto un post dal titolo “Arte e autoerotismo“. Hanno preso spunto da quel pezzo, mi leggono nel pensiero, oppure …”ho i poteri” di preveggenza come Jucas Casella o il mago Otelma? Mah, mistero!

In realtà l’opera d’arte non è l’orgasmo in sé, ma la ripresa video di un orgasmo provocato con un vibratore in funzione mentre la donna legge. Ecco, anche questo oggi è arte. Sì, è solo una delle tante prove del fatto che oggi l’umanità ha smarrito tutti i punti di riferimento e vaga  nella totale confusione di valori e principi. Si brancola nel buio, storditi, ammaliati e plagiati da una visione del mondo falsa, illusoria, adulterata, contraffatta come le cianfrusaglie cinesi vendute come originali di marca.

Una nuova filosofia in cui tutti i principi fondanti del pensiero umano, che per millenni sono stati alla base dell’evoluzione e della convivenza dell’umanità e ne hanno regolato i rapporti, le relazioni, l’organizzazione della “polis”, la giustizia, la morale…e l’arte, oggi sono completamente stravolti, in preda ad un delirio frutto del “pensiero debole“, del relativismo e di una sub cultura  intrisa di cascami marxisti che tutto giustifica e legittima in nome dell’uguaglianza, dell’omologazione, della più pura anarchia scambiata per libertà di pensiero, di azione e di…velleitarismo artistico.  La conseguenza è una umanità in preda ad una totale e persistente alterazione dello stato mentale.  Altro che arte, è pura follia di intellettualoidi confusi che giustificano con la libertà di espressione  le loro elucubrazioni ed i “derivati tossici” prodotti da intuizioni creative “stupefacenti” ( in tutti i sensi). Artisti? No, solo pazzi che non sanno di esserlo.

A proposito di arte, vedi…

Oscar, risate e…

La grande bellezza

Arte e autoerotismo

Arte anale e polistirolo

Cala il petrolio, sale la merda

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...