Che fortuna

Il tifone Haiyan nelle Filippine ha lasciato al suo passaggio devastazione e morte. Interi insediamenti urbani rasi al suolo. Ecco un’immagine degli effetti del tifone nella città di Tacoblan.

Secondo le prime stime potrebbero esserci più di 10.000 morti. E qual è la prima reazione dei media e dei nostri politici? Aiutare le popolazioni colpite? Inviare aiuti e soccorsi?  No, ecco la classica reazione italica ben illustrata da una dichiarazione della ministra Emma Bonino, appena diffusa da una   news ANSA : “Bonino: finora nessun italiano disperso”. Meno male, che culo! Ora siamo tutti tranquilli.

Ma che vuol dire “finora nessun disperso“? Volendo essere cinici si potrebbe anche pensare che per il momento non ci sono italiani che mancano all’appello, ma si spera che ci sia qualche morto, in maniera da rimpatriarlo con volo di Stato, mostrare al TG la solita sfilata di autorità che vanno ad accogliere la salma all’aeroporto e mostrarsi con volto afflitto di circostanza in favore di telecamera. Sono eventi che fanno sempre grandi ascolti in TV. Ed ormai, è risaputo, è l’auditel a governare il mondo.

E poi, con grande impegno professionale dei media, dare sfogo alla solita sceneggiata del cordoglio nazionale con preghiera del Papa per i morti, il solito messaggio fotocopia di circostanza del presidente Napolitano, il volto commosso con lacrimuccia della Boldrini e la Kyenge che propone di accogliere in Italia tutti i sopravvissuti filippini e dargli la cittadinanza, la casa, il lavoro, l’assistenza e la pensione. La recente sceneggiata di Lampedusa ci farebbe pensare questo. Ormai siamo abituati e se non abbiamo la sfilata quotidiana di autorità, con dichiarazioni di circostanza,  ci sentiamo defraudati. Dacci oggi la nostra sceneggiata quotidiana…altrimenti andiamo in crisi di astinenza.

Invece “finora nessun italiano disperso“. E allora che ci frega di città distrutte e dei diecimila morti? L’importante è che non ci siano italiani coinvolti. Noi siamo fatti così. Domani potrebbe verificarsi un cataclisma immane, una nuova Atlantide, potrebbe scomparire nell’oceano l’intero continente americano, ma per noi l’unica cosa importante sarebbe che non ci siano italiani coinvolti. Bonino, ma vaffantifone! (E gli altri, in fila, appresso alla Bonino).

P.S. (Informazione fai da te)

Enigma: come si chiama il tifone?

1) l’ANSA lo chiama “Haiyan“.

2) Il Corriere lo chiama “Hayian

3) Il Giornale lo chiama “Haiman” nel titolo di prima pagina e “Haiyan” nel testo del pezzo.

A quanto pare ognuno lo chiama come gli pare; tanto anche se lo chiami non risponde.

 

 

2 pensieri su “Che fortuna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...