Urgenze e priorità

Ovvero; l’Italia, la crisi e Johnny Stecchino. Che siamo in crisi profonda l’hanno capito anche i bambini delle materne. Quindi non ci ripetiamo. Ci si aspetterebbe, però, che davanti alla drammaticità degli eventi, il governo adottasse seri provvedimenti per combattere la crisi. Ed invece di cosa discutono ?  Ecco alcune iniziative emblematiche dell’impegno del governo.

1) Pochi giorni fa  la Commissione giustizia della Camera ha dato il via libera al testo del ddl sull’omofobia (vedi News ANSA). Non c’è bisogno di sottolineare l’importanza di questo ddl che sarà un vero toccasana per l’economia nazionale.

2) Oggi leggiamo di un altro fondamentale passo avanti: “Basta ai figli di serie B“. D’ora in poi non ci saranno più distinzioni fra figli legittimi e naturali. “E’ un grandissimo fatto di civiltà“, proclama con grande orgoglio il premier Letta. I minatori del Sulcis ora saranno rassicurati e guarderanno al futuro con rinnovata fiducia, grazie a questo provvedimento.

3) Ancora oggi la ministra di origine congolese Kyenge ha ribadito l’impegno per l’abolizione del reato di immigrazione clandestina ed il riconoscimento della cittadinanza agli stranieri, ma secondo uno “ius soli temperato” (?). Nell’occasione ha anche specificato che in merito all’immigrazione bisogna valutare “i costi ed i benefici“. E’ sempre convinta, come ha detto in passato, che gli immigrati siano “preziose risorse“. Se sono gli stessi immigrati a dire che gli immigrati sono una risorsa bisogna crederci. No? E’ come credere all’oste che decanta la bontà del proprio vino.

4) Anche i grillini del M5S sono impegnatissimi a portare in Parlamento proposte serie e fondamentali per superare la crisi. Ecco l’ultima: “Mediaset non ha la concessione per trasmettere”. Sono le grandi scoperte dei grillini. E promettono verifiche e controlli per accertare se sia vero. Prima sparano le cazzate, poi si accertano se ci sia un qualche fondamento di verità o no. Ragazzi, questa è serietà! E annunciano che, se fosse vero, chiederanno alla Guardia di finanza di chiudere le reti Mediaset. Così manderebbero a casa alcune decine di migliaia di lavoratori. Mi sembra un’ottima idea per combattere la crisi e la disoccupazione. No?

5) Tre parlamentari del PD (Monica Cirinnà, Silvana Amati e Manuela Granaiola), hanno presentato un ddl su “Norme per la tutela delle scelte alimentari vegetariana e vegana“. In pratica si prevede l’obbligo per mense, ristoranti e bar di avere nel menu ricette vegetariane e vegane. Per i trasgressori multe salate, da 3.000 a 18.000 euro, sospensione dell’esercizio e revoca della licenza. E non basta offrire una comune insalatina. No, i cibi devono “assicurare un apporto bilanciato così come indicato dalla scienza ufficiale in materia di nutrizione e considerando i progressi scientifici“. E ancora, “le uova presenti nelle preparazioni vegetariane devono provenire da galline allevate con metodo biologico o allevate all’aperto“. Basta così? No, la cucina vegetariana deve essere anche insegnata nelle scuole ed istituiti alberghieri.

E per chiudere in bellezza, ecco la conclusione: gli studenti delle scuole alberghiere “nell’esercizio del diritto alle libertà di pensiero, coscienza e religione riconosciute dalla Dichiarazione universale dei diritti umani, possono dichiarare la propria obiezione di coscienza a seguire le lezioni didattiche pratiche riguardanti alimenti di origine animale“. Per promuovere l’insalata si scomoda addirittura la Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo! Sembrano battute da Zelig, ma purtroppo sono vere. E per avere queste geniali pensate questa gente sta in Parlamento a 15.000 euro al mese, più annessi e connessi. Alla faccia dei cittadini disperati che non sanno più come sopravvivere.

Bene, questa è tutta gente seria che siede in Parlamento (lautamente retribuita per risolvere i problemi del Paese) , che fanno parte di importanti Commissioni, sono presidenti del Consiglio, ministri, parlamentari che si presentano come rivoluzionari e vogliono portare onestà, correttezza, serietà, capacità, merito e competenze in Parlamento. Ed in tempi di crisi drammatica fanno queste proposte. Non ce n’è uno, nemmeno per sbaglio, che abbia uno straccio di idea, anche usata, di seconda mano o presa ai saldi estivi, al mercatino rionale o alla sagra delle idee vintage. Niente, nemmeno un’idea taroccata di provenienza cinese. Buio totale. L’Italia è nella merda, le aziende chiudono, crescono i disoccupati, ci sono milioni di poveri,  la gente si suicida e questi parlano di omofobia, figli naturali, ius soli, vogliono chiudere Mediaset e si occupano di diete vegetariane.

La nostra classe politica ricorda tanto quella famosa scena da Johnny Stecchino in cui l’avvocato del boss accompagna Benigni in macchina e si lamenta per il fatto che la Sicilia, e Palermo in particolare, abbiano una cattiva fama nel mondo a causa di problemi gravissimi, il più importante dei quali è…la mafia? No, il traffico. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...