Buone notizie

Sono sempre più rare, ma, per fortuna, ogni tanto qualche buona notizia c’è. Per esempio questa che appare stamattina in alto nella Home del Corriere. “Torero incornato“. Olè. A Las Ventas, in Spagna, il torero Ivan Fandino, proprio nel momento fatidico in cui infila la spada nel corpo del povero toro, viene incornato. Ri Olè! (Video)

Lo confesso, non sono un tifoso, nel senso corrente del termine. Non m’importa nulla di calcio, ciclismo, tennis, della Ferrari, di olimpiadi di ogni tipo, di moto, di vela. Insomma, niente di niente. Non ho mai capito perché dovrei gioire se Valentino Rossi vince una gara. Capisco che gioisca la mamma, il papà, il cugino, la sorella, i nonni, tutti i parenti e affini. Ma a me, a me che me ne viene? E se la Juve vince lo scudetto che me ne viene? Un aumento di stipendio? E se vince la Ferrari…mi cambia la vita? E se qualcuno corre i 100 metri in 9 secondi netti risolve il problema della fame nel mondo?

Però ci sono momenti ed occasioni, come la corrida o la corsa con i tori, Encierro, per la festa di San Firmino a Pamplona, in cui anch’io mi lascio andare e, anche se solo per un attimo, divento tifoso e faccio il tifo…per il toro!

Per sua fortuna, la ferita riportata dal torero non è molto grave. Però ha rischiato…le palle! Chiudiamo  in allegria, dunque, con questa barzelletta che circola in rete da anni. Storiella di tori, toreri e pelotas (palle, testicoli) al sugo.

Un turista, recatosi in Spagna per vedere l’Expo di Siviglia, va in un ristorante tipico nei pressi della famosa Arena (Plaza de toros) e, non conoscendo bene la lingua, ordina la solita fettina di carne. Accanto a lui c’è un signore che ha sul piatto due polpettoni enormi pieni di sugo e li sta mangiando con evidente piacere. Visto tale piatto succulento chiama il cameriere e gli chiede:

– Mi scusi, che piatto è quello che sta mangiando il signore qui a fianco?

– Ah senor, es la nuestra especialidad, es un plato muy tipico llamado: Pelotas a la Matador.

Il giorno dopo il turista torna nel ristorante e decide di gustare la specialità della casa. Dopo un po’ il cameriere gli porta due polpettine misere e minuscole. Sorpreso, chiede spiegazioni.

Il cameriere: – Senor, no siempre perde el toro!

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...