Comici e comiche

L’informazione è una cosa seria. Ne riportavo un esempio di recente nel post “Misteri elettorali e ravioli equini”. Ma ogni giorno c’è qualche notizia in prima pagina che ci lascia perplessi sull’attendibilità e la serietà dell’informazione, specie in rete. Ecco l’ultima della giornata, riguarda un comico, Beppe Grillo, che chissà per quale crisi mistica o per chiamata celeste o per improvvisa vocazione, ha cominciato a scambiare i suoi monologhi per discorsi politici. Il bello è che, visto che trovava ascoltatori che lo applaudivano, ha finito per credere davvero di essere un politico, ha fondato un movimento e, da un giorno all’altro, si ritrova ad essere il primo partito italiano ed avere una forte rappresentanza in Parlamento.

Roba che sembrerebbe la trama di una fiction all’americana che racconta l’improvvisa ascesa di un uomo qualunque. Invece è una cosa seria. E’ così seria che è lui a condizionare la formazione del nuovo governo. Tutti pendono dalle sue labbra e sono in attesa di sapere cosa faranno i “grillini” parlamentari.

Ed ecco l’ultima rivelazione, riportata oggi dalla stampa che sembra rispondere alle attese di tutto il mondo politico e della nazione.

Titolo del Corriere.

Non c’è dubbio, Grillo è favorevole ad un governo fra PD e PDL. Questo è quanto avrebbe dichiarato al settimanale tedesco “Focus“. Lo riporta il Corriere oggi: “Pronti a sostenere governo PD-PDL con legge elettorale e tagli alla politica“.  Ecco la dichiarazione chiarissima rilasciata a Focus: “Se Bersani e Berlusconi proponessero l’immediata modifica della legge elettorale, la cancellazione dei rimborsi elettorali e la durata massima di due legislature per ogni parlamentare, sosterremmo ovviamente subito un governo del genere“.

E se lo dice lo dice Grillo e lo riporta il Corriere dobbiamo crederci. No? Peccato che lo stesso Corriere, nel sottotitolo aggiunga, riferendo quanto scrive Grillo nel suo blog: “Non daremo fiducia ad alcun governo“. Incredibile, riescono a smentirsi già nel titolo. Quale sarà la versione giusta?

Vediamo, per avere conferma, quanto scrive l’agenzia ANSA: “Per quanto mi riguarda, lo ripeto per l’ultima volta, il M5S non darà la fiducia a nessun governo (tanto meno a un governo Pd-Pdl), ma voterà legge per legge in accordo con il suo programma”.

Ora ne sappiamo quanto prima. Le autorevolissime testate riportano sia la dichiarazione rilasciata a Focus, sia la dichiarazione riportata nel blog. Sono ovviamente in contraddizione, ma vengono riportate entrambe. Ora, un’informazione seria non dovrebbe limitarsi a riportare le diverse dichiarazioni, mettendole sullo stesso piano, ma dovrebbe accertare quale sia quella seria ed attendibile. Altrimenti è come fare informazione “casual“, viene come viene.

Ma questa non è informazione, sembra più materiale per un monologo satirico sui media, alla Crozza. Lo stesso Grillo dovrebbe cercare di avere le idee più chiare. Non può dichiarare a Focus la sua disponibilità all’inciucio PD-PDL e poi, nel suo blog, smentire tutto nel giro di poche ore. O forse il nostro politicomic deve ancora schiarirsi le idee in fatto di politica? Certo, trattandosi del comico  Grillo, più che dichiarazioni politiche, queste sono comiche finali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...