Balle da Oscar

Niente è ciò che sembra. L’ho ripetuto molte volte, specie riguardo a ciò che passa sui media. Ogni giorno scopriamo nuove truffe, bufale e tarocchi. “Buono come il pane“, si diceva una volta. Ora non più. Da quando si usano farine di scarsa qualità e la lavorazione, la lievitazione e la cottura sono accelerate per risparmiare tempo e diminuire i costi, neanche il pane sa di pane. Ora col pane ci puoi fare molte cose; tappi per le orecchie, zeppe per tavoli traballanti, palline per giocare ai birilli. Tutto puoi farci, meno che mangiarlo; è sconsigliato, può causare problemi digestivi.

Come hanno riferito i media questi giorni, anche delle glorie della gastronomia nazionale,  come ravioli e tortellini, sono sotto inchiesta. Pare che, invece che il classico ripieno a base di manzo o suino, come indicato sulle confezioni, usino carne equina. Così, dopo i quattro salti in padella, avremo ravioli al trotto e tortellini al galoppo, col nitrito incorporato. Anche la sofisticazione alimentare ormai è all’ordine del giorno. Non c’è scampo.

Non sfuggono a questa alterazione generale nemmeno i personaggi pubblici. C’è un tale, per esempio, che spopola su tutte le reti da anni, presentandosi come esperto economista. Inconfondibile, non passa inosservato,  è una barba con gli occhiali che si veste come un clown tanto per farsi notare. Questo “esperto” andava dicendo di essere in possesso di due lauree e di un prestigioso master conseguito a Chicago. Poi è stato sbugiardato; non ha mai conseguito un master e non ha nemmeno le due lauree.

Non soddisfatto di aver raccontato balle accademiche, faceva credere anche di essere stato, da piccolo, fra i partecipanti allo Zecchino d’oro. Beh, oggi ecco la smentita da parte del Mago Zurlì: non è mai stato nemmeno allo Zecchino. L’economista ballista forse si è inventata una vita parallela e l’ha scambiata per quella reale. E’ possibile, quindi, che anche la barba sia finta. E che sia finta perfino la pelata e che in realtà sia una parrucca da calvo. Ora dice di aver fondato un movimento “Fermare il declino” e di essere candidato premier al Parlamento. Ma sarà vero? Boh, magari domani, dopo essere stato smentito dal mago Zurlì,  viene smentito anche da Topo Gigio!

Questa barba con gli occhiali vestito da clown dice di chiamarsi Oscar Giannino. Ma siamo sicuri? Visti i precedenti c’è da dubitarne. Non vorrei che qualcuno smentisca anche questa affermazione. Niente di strano che domani sui giornali si legga questo titolo: “Oscar Giannino non esiste”

oscar-giannino1

3 pensieri su “Balle da Oscar

  1. Ridicolo! Con tutto quello che ha combinato e continua a combinare Berlusconov, di ben altra gravità, si va a crocifiggere quest’uomo per aver detto una bugia sullo Zecchino d’oro!
    Essendosi almeno dimesso da qualcosa merita rispetto, Berlusconov NO!

    Mi piace

  2. Scrivi la sofisticazione alimentare ormai è all’ordine del giorno…anche le balle di chi dovrebbe rappresentarci sono all’ordine del giorno purtroppo e magari fossero solo quelle di Berlusconi.Si parla (ahimè) solo di lui come se gli altri fossero tutti senza macchia e senza inganno,e sembra pure lecito che se di balle il Berlusca ne ha raccontate di grosse,tutte le altre raccontate da altri esponenti politici possano essere giustificate. Mah,in questo sono perplessa,lo schifo è schifo a prescindere,la presa per il sedere non cambia dalle dimensioni della balla o da chi la racconta…almeno per me!
    Ciao Giano,buona giornata!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...