Un buon affare.

E’ vero che siamo in crisi e che non si riesce a vedere la fine. E’ vero che  aumentano le tasse, invece che diminuire le spese, per sopperire alle necessità di bilancio e che tutta l’Europa soffre di questa prolungata crisi che ci sta mettendo in ginocchio. L’effetto pratico è che le aziende chiudono o falliscono e  aumenta l’esercito dei disperati che perdono il lavoro, spesso anche la casa perché non riescono più a pagare i mutui bancari, e che sopravvivono grazie alle mense della Caritas. Una situazione drammatica. Però noi siamo sempre caritatevoli e pronti ad aiutare il terzo mondo e chiunque sia in difficoltà.

Così leggiamo una delle ultime notizie ANSA di oggi: “UE-Egitto, aiuti per 5 miliardi di euro“. E’ quanto comunicato dopo un incontro fra il presidente egiziano Morsi e l’alto rappresentate UE  per la politica estera Catherine Ashton, raggiante per questa ennesima prova di attività umanitaria europea. In cambio dei 5 miliardi di euro, sarebbero 10.000 miliardi di vecchie care lirette (!), l’Egitto, a giorni alterni, ci fa arrivare direttamente a casa, barconi pieni di immigrati (vedi “Africa for Italy“), che dobbiamo soccorrere in mare, ospitarli nelle nostre strutture di accoglienza, garantirgli, possibilmente, un lavoro, una casa, l’assistenza, la scuola, la pensione, il ricongiungimento familiare, etc, etc; tutto, ovviamente, a spese nostre. Con grande soddisfazione della signora Boldrini “Alto commissario ONU per i rifugiati”. Ma quanto sono alti questi alti commissari ONU? Boh!

Siamo col sedere per terra, però aiutiamo mezzo mondo, accogliamo chiunque arrivi in Italia, e gli italiani disperati devono mangiare alla mensa Caritas. Ma noi, è risaputo, siamo buoni. Oh, quanto siamo buoni! Così buoni che, invece che pensare ai cavoli nostri europei (i famosi cavolini di Bruxelles), pensiamo alla tutela dei datteri egiziani.

Ma dobbiamo ricordarci che, come ripetono spesso i nostri illuminati politici e intellettuali terzomondisti, gli immigrati sono una risorsa preziosa (vedi “Migranti: una risorsa“). E se lo dicono loro deve essere vero. Quindi dobbiamo essere felicissimi di regalare miliardi ed aiuti vari ad Egitto, Libia, Tunisia e paesi limitrofi, se in cambio ci mandano migliaia di immigrati che svolgeranno una funzione utilissima per il superamento della crisi, vendendo cianfrusaglie in spiaggia, agli incroci e nei parcheggi. E’ un ottimo affare. No?

Sono sempre più convinto che l’umanità, specie dalle nostre parti, stia perdendo progressivamente il ben dell’intelletto. Ecco una ulteriore prova; una tela di Rothko, battuta all’asta per circa 60 milioni di euro. Una tela rossa e blu che potete ammirare qui: “La tela di Rothko“. Una tela rossa e blu per la misera somma di 120 miliardi di vecchie lire. Che volete che sia, è regalata. Beh, anche questo è un ottimo affare. No?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...