Santoro flop: il lato B

Dopo giorni e giorni di pompaggio mediatico, è arrivato il gran giorno del ritorno di Santoro in TV. Ed oggi è tutto un fiorire di lodi sperticate e di grande soddisfazione per il “Boom di ascolti“. La prima puntata ha realizzato il 12% di ascolti. Questo è il lato A, quello su cui tutti si soffermano e che mettono in bella evidenza. Ma esiste anche un lato B, eccome se esiste. Anzi, se vogliamo in qualche modo difenderci dalla manipolazione delle informazioni, dovremmo imparare a considerare sempre l’altra faccia della medaglia.

Il lato B di Santoro, quello che resta in ombra, nascosto, di cui nessuno parla, è questo. Se è vero che il programma è stato seguito dal 12% di spettatori, significa, matematicamente, che l’88% degli spettatori non ha visto Santoro, non lo segue, non lo guarda, non lo ascolta, non lo cerca, non lo pensa proprio. A rigore, quindi, non ci sarebbe niente di strano se oggi qualche quotidiano titolasse: “Santoro flop: l’88% degli spettatori non lo guarda“.

Un dato preoccupante. Decisamente il lato B di Santoro non è proprio esaltante. Ma nessuno lo dice. Questo dato è vero, inequivocabile, matematico, ma non si deve dire. Non giova alla causa. Sui media vige la legge della prevalenza delle minoranze, di gruppi e gruppetti di contestatori in servizio permanente. Bastano quattro sfigati con un cartello in strada e diventa “protesta popolare“. E finisce in prima pagina. Mai una volta che finiscano in prima pagina milioni di italiani che ogni giorno si alzano, vanno al lavoro, producono e tirano la carretta. Anche questa è l’altra faccia della medaglia, quella che resta in ombra, quella di cui non si parla, quella che sembra non esistere.

Dice Santoro che bisogna “Scassare la casta“. Forse è l’ultima cosa che gli resta da scassare. Tutto il resto, infatti, lo ha già abbondantemente scassato. Specie a quell’88% che non lo guarda e non se lo fila per niente.

2 pensieri su “Santoro flop: il lato B

  1. onoroia

    la tv locale che ha trasmesso il suo programma ha cantato vittoria. ora dopo i numeri voglio ricordare un fattore non trascurabile, sicuramente chi non abita in pianura riceve solo metà dei canali rai ed il 75% di quelli mediaset per un totale se si è serviti da un ripetitore principale (monte tenchia nel mio caso) di circa 15 canali che di tanto in tanto non si vedono e quindi si passa al satellite. ma chi non è abbonato a sky santoro non lo vede. considerato che in pianura dopo la scrematura dei canali poco interessanti ne rimangono almeno una cinquantina di guardabili, credo proprio che il santoro lo abbiano guardato in pochi.

    Mi piace

  2. ciao carissimo,
    Santoro la casta non la scasserà mai perchè ne è parte integrante, infatti lui rappresenta, incarna, il vero potere del giornalismo manipolato, la falsa gloria, il martirio del boia, giudice e contemporaneamente imputato “innocente”. Un uomo venale, senza scrupoli, affetto da albagia e delirio di onnipotenza. Santoro è uno che si masturba pensando a se stesso, una diva che si autocelebra.

    Concedimi una precisazione che ho già fatto altre volte, i talk politici sono come i derby calcistici, dividono gli spettatori tra favorevoli e contrari alla squadra che, secondo calendario, gioca in casa, il 12% di share non equivale al 12% di consensi, tutt’altro. Forse certi opinionisti e critici che appaiono nella HP di questo portale dovrebbero fare qualche Master sulla comunicazione, dico “forse” perchè in cuor mio penso siano in conclamata malafede.

    TADS

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...