Los indignados

Giornata della protesta globale. Cortei e manifestazioni in 80 paesi del mondo. Tutti insieme, all’unisono. Dicono che sia una protesta nata spontaneamente. Ma davvero pensate che questo coordinamento di protestanti di professione sia nato per caso, spontaneamente, tramite messaggini su Facebook? Beata ingenuità!

Ma chi sono poi questi indignados? Dieci giorni fa, in occasione della protesta contro la legge bavaglio, scrivevo in “Bavagli e querele” che i protestanti sono sempre gli stessi. Cambia solo il pretesto per scendere in piazza, cambiano le bandiere, gli striscioni, i cartelli, gli slogan, ma i protestanti sono sempre gli stessi. Oggi, forse senza volerlo, lo scopre anche il Corriere on line che annunciando la diretta della manifestazione, scrive: “In piazza migliaia di persone: studenti, disoccupati, operai, famiglie, no tav, centri sociali, popolo viola, precari…”. Appunto, e io che dicevo? Di volta in volta, secondo le circostanze, li chiamano No Global, No Tav, disubbidienti, antagonisti, collettivi studenteschi, centri sociali, popolo viola o…indignados.

Sono la mano armata di quella sinistra che non rinuncia al sogno della rivoluzione e che, sotto sotto, sostiene culturalmente, moralmente ed economicamente gruppi di professionisti della protesta, sempre pronti a scendere in piazza per addestrarsi alle tecniche di guerriglia urbana. Bene, oggi è dunque la loro ennesima giornata di gloria, ripresi dalle TV, osannati da commentatori compiacenti, conquistano le prime pagine dei giornali ed aprono i servizi dei TG. E’ la giornata de “Los indignados“. Domani, invece, sarà la giornata de “Los cojones“. Quelli che, finita la festa, ripuliscono piazze e strade, raccolgono i rifiuti, i cocci ed i segni del vandalismo, rimettono tutto a posto, per la prossima protesta, e, ovviamente, pagano i danni. E non finiscono nemmeno in prima pagina. Più cojones di così!

6 pensieri su “Los indignados

  1. sally brown

    la mano armata della sinistra? magari sovvenzionata dal soviet in persona …(?)

    sveglia Giano, la destra e la sinistra stanno nella stessa m…a. nello stesso mare. chi ha interessi a sobillare e sovvenzionare, sta altrove, in altre stanze: paga e arma
    ole/.)

    Mi piace

  2. violetta

    ehm..Tullio Antimo…come può rimaner deluso uno che
    nelle sue fila aveva Scilipoti 🙂 🙂 ridiamo va
    beh a 70 anni una se lo può anche permettere, ogni giorno
    potrebbe esser l’ultimo..sperem de no però 🙂

    Mi piace

  3. cara Violetta,
    sclipoti rispetto a di pietro è oro che cola, tanto per fare una metafora. per la cronaca ti ricordo qualche “caratteristica” che contraddistingue il “capo banda” dell’IDV:

    1) di pietro ha una mezza dozzina di inchieste aperte a suo carico perchè, pare, non abbia ancora capito che i milioni di euro percepiti come “rimborso elettorale” siano destinati al partito e non alle sue tasche. Lo stesso Elio Veltri, un galantuomo di elevata statura morale e culturale, lo ha denunciato per questo suo “vizietto”

    2) è sempre in prima fila a lottare per la libertà di stampa e di espressione ma lui, sempre di pietro, nei confronti dei giornalisti ha sporto oltre 350 querele, mandandone diversi sul lastrico, perchè hanno osato spulciare su certi “mastruzzi”

    3) è un vero padre padrone, il partito è roba sua, una proprietà privata, infatti tutti quelli che alzano un pò la cresta vengono epurati oppure messi in situazioni da non potergli nuocere, de magistris ha cercato di scalzarlo e lui lo ha prima mandato al parlamento europeo e poi a Napoli, fuori dalle stanze del potere

    4) il suo armadio è pieno di scheletri, a distanza di lustri gli Italiani non hanno ancora saputo perchè si è dimesso da magistrato, così come non sono limpide tutte le magagne che lo hanno visto coinvolto, il mercedes, la casa al figlio, la moglie che faceva consulenze legali ad un imputato di spicco di mani pulite, l’avvocato luccibello, ecc. ecc.

    potrei andare oltre ma credo basti per fare un quadretto sul personaggio, Violetta, la storia ce lo insegna, i tribuni giustizialisti avvolti nei misteri non hanno mai portato niente di buono. di pietro è un demagogo populista, nella sua carriera di ministro oltre che presenziare in modo assillante nei salotti televisivi non ha fatto NIENTE di niente.

    buona giornata

    TADS

    Mi piace

  4. violetta

    grazie della bella risposta Sdat. Ammè Di Pietro non piace ma nemmeno Scilipoti. Sai, vado a “spanne” e non sono documentata abbastanza. Guardo le facce e come si esprimono, quando li seguo nei talk. Ora so perchè non mi convincono, certi personaggi. Direi che dar retta all’istinto, quanche volta, non sarebbe tanto male. Buona settimana pure attè. 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...