Nucleare visto da…

La tragedia giapponese riporta in primo piano il problema sulla sicurezza degli impianti nucleari. Ovvio che i media se ne occupino. Lo fa anche il Corriere.it, proponendo in prima pagina due articoli che illustrano le diverse ragioni dei favorevoli o contrari al nucleare. La posizione favorevole è quella del prof. Edoardo Boncinelli, autorevole esponente del mondo scientifico. Si suppone che quella contraria venga affidata ad un altrettanto autorevole scienziato. Invece no. La risposta a Boncinelli arriva, udite udite, da una lettera di…Adriano Celentano. Roba da finire nella rubrica “Incredibile, ma vero“.

Corriere nucleare

L’ignoranza molleggiata celentanesca è notoria. Quello che stupisce è che continui a sentirsi investito da chissà quale missione speciale da salvatore del mondo e che le sue “celentanate” finiscano sempre in prima pagina sul Corriere. Il che la dice lunga sul livello della nostra informazione. Eppure non c’è bisogno nemmeno di leggere la sua lunga lettera (le sue lettere sono sempre troppo lunghe, anche fossero di sole tre righe)per avere conferma della grande autorevolezza scientifica del nostro Adriano nazionale. Basta leggere le prime righe e già alla seconda ne abbiamo la prova…

“Caro Direttore,
settantamila case distrutte, un milione di sfollati e cinquemila dispersi in quel florido Giappone che nel giro di 6 minuti è improvvisamente precipitato nel buio più scuro. Ma soprattutto migliaia di radiazioni sulla testa dei giapponesi…”

Evidente che lui le radiazioni le conta una per una, come fossero granelli di sabbia. Poi, a fine raccolta, le ripone in una scatoletta indicando la data ed il numero di radiazioni raccolte e le archivia nella sua personale raccolta di “Radiazioni di annata“, fra la collezione di farfalle e quella di conchiglie. Ecco, questo “esperto” di energia nucleare finisce in prima pagina, sul più importante quotidiano italiano,  a darci consigli sparsi e non richiesti sul nucleare e sul futuro dell’umanità. Celentano contro Boncinelli. Come se, parlando di filosofia, si mettessero a confronto Severino e Flavia Vento.

Il dibattito, ovviamente, non è concluso, anzi si annuncia molto acceso. Ci aspettiamo, quindi, che nei prossimi giorni il Corriere riporti in prima pagina altri autorevoli interventi sul nucleare. Siamo ansiosi di conoscere il parere dei Cugini di campagna o dei Ricchi e poveri. O, magari, un editoriale firmato da Topo Gigio.

9 pensieri su “Nucleare visto da…

  1. Con tutto il rispetto che nutro per Adriano Celentano (di cui apprezzai a suo tempo le considerazioni sul mondo della caccia, costategli molto molto care, eppure condivisibilissime)…. sinceramente avrei preferito che dal punto di vista sfavorevole vi fosse un parere scientifico o al massimo economico !

    "Mi piace"

  2. ciao Giano,
    celentano è stato un antesignano dell’ipocrisia benignista, andava in tv a dichiararsi contro la caccia e poi il giorno dopo si faceva fotografare con indosso una pelliccia di lince siberiana lunga fino ai piedi, i buffoni hanno sempre qualcosa in comune.

    TADS

    "Mi piace"

  3. è nota la passione della famiglia Celentano per le pellicce ecologiche
    certo però che un uomo con una lince siberiana fino ai piedi..

    però, condivido la scelta.
    anche io ho una pelliccia ecologica (l’unica pelliccia che abbia mai avuto) ed è proprio una lince siberiana ! la scelsi perchè non era banale..

    ciao Giano

    "Mi piace"

  4. Non ho mai visto nemmeno una foto di celentano in pelliccia. Al contrario, cosa che nemmeno sapevo, da una rapida ricerca nelle sue biografie disponibili on line ho scoperto che è pure vegetariano.
    Ad ogni modo un articolo vecchissimo della repubblica cita ste foto in pelliccia senza specifiche. Era dell’87. Avevo circa 16 anni, mentre il blogger che le fa notare ne aveva all’epoca quasi trenta (prendendo per buona l’età che dice di avere attualmente: 53). Certamente ricorderà meglio lui di me.
    Però.. questa cosa mi ha dato modo di constatare quanto pensavo di celentano: se ha sbagliato ha pagato in vari modi, dalle pesanti sanzioni anche l’ostracismo in TV. Il fatto che a distanza di un quarto di secolo, nonostante tutte le cose fatte da celentano (film, trasmissioni, vari appelli) ci sia qualcuno che ricorda quell’episodio.. mi da da pensare.
    E, sempre a mio avviso, oltre ad essere un bravo cantante (lo apprezzo di più in questa versione) ha delle idee condivisibilissme.
    Eppure, in questa occasione, lo ribadisco, avrei preferito a far da contraltare al nucleare un parere scientifico o economico (come mi è sembrato abbia fatto il conduttore di ballarò, senz’altro più che apprezzabile)
    ciao, Giano

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...