Le oche buoniste.

Narra la leggenda che Roma fu salvata dalle oche. Intorno al 400 A.C. le orde barbariche dei Galli, guidati da Brenno, invasero l’Italia, arrivando alle porte di Roma e cinsero d’assedio la città ed i pochi romani rimasti, insieme ad un piccolo esercito asserragliato sul colle capitolino. Si dice che durante la notte i Galli tentarono di entrare in Campidoglio, ma le oche, avvertita la loro presenza, fecero grande strepito e, starnazzando, svegliarono le guardie che poterono così respingere gli invasori. Altri tempi. Ed altre oche!

Oggi assistiamo ad una vera e propria invasione. Già, perché se vogliamo capirci, bisogna cominciare a chiamare le cose col loro nome. Ora, finché si tratta di accogliere pochi esuli perseguitati per motivi politici o religiosi, passi. Che si voglia accogliere anche qualche centinaio o migliaio di persone che scappano dai loro paesi e che cercano lavoro, passi pure. Ma se si tratta di un flusso continuo, ininterrotto, senza controllo, di milioni di persone che arrivano in Italia, senza arte, né parte, e finiscono necessariamente per accrescere la delinquenza comune e la malavita organizzata, allora non si tratta più di accoglienza: questa è una vera e propria “invasione”.

Allora, memori delle antiche leggende, si potrebbe pensare che anche oggi qualcuno ci avverta del pericolo. Magari delle oche moderne che, starnazzando sui media, ci mettano in guardia e ci consentano di respingere gli invasori. Invece no. Stranamente le oche moderne fanno a gara nel rassicurarci, nel convincerci che, in fondo, sono un bene, che non c’è nessun pericolo, anzi sono per noi una ricchezza e che dobbiamo diventare una società multietnica e multiculturale, perché…solo perché lo dicono loro. Insomma, le moderne oche, non solo non starnazzano per avvertirci del pericolo, ma ci tengono buoni e, nottetempo, aprono le porte della città agli invasori. Sono diventate oche buoniste.

Che tempi, signora mia, non ci sono più le oche di una volta!

 

 

P.S.

Dopo l’approvazione del ddl sicurezza si sono nuovamente scatenate le oche buoniste, dando fondo a tutto il repertorio di accuse assortite nei confronti di Berlusconi e del suo Governo; dal razzismo, al fascismo (D’Alema parla addirittura di prodromi di nazismo), alla incostituzionalità della norma, alla mancanza di rispetto dei diritti umani, si tira in ballo la Carta universale dei diritti dell’uomo, l’accoglienza, la solidarietà e via blaterando.

Allora, giusto per avere un’idea “super partes” vediamo cosa scriveva 18 giorni fa sul Corriere, Giovanni Sartori, il noto politologo che ogni volta che va in TV non tralascia di fare il suo atto d’accusa nei confronti di Berlusconi. Spero che non lo si consideri un berlusconiano, un leghista, un razzista o, peggio, un pentito: “Il pozzo senza fondo“.

Meditate, gente, meditate, invece di accogliere come vangelo gli starnazzamenti delle oche buoniste.

2 pensieri su “Le oche buoniste.

  1. casinista buono

    buonismo è uguale a persone che condona non prendono decisioni come commettere un omicidio e trovate il buono nella persona non l’azione intenzionale di uccideresalut

    …..
    Tutto è possibile, anche pensare che un cobra ti morda per simpatia. Però ho qualche dubbio e me ne tengo alla larga…:)

    Mi piace

  2. fra oche del campidoglio e pozzo di san patrizio non saprei chi scegliere…hanno torti e ragioni gli uni e gli altri..cioè ci vorrebbe il buon senso. estinto ormai da tempo dai cervelli…

    …..
    Buon senso? Non lo trovi più nemmeno a pagarlo a peso d’oro; nemmeno all’ufficio oggetti smarriti. Scomparso senza lasciare traccia…:)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...