Arrivano le badanti, prenotatevi.

Quando si parla di immigrazione si ricorre spesso alla giustificazione che, in fondo, sono quelle persone che poi fanno le badanti, le baby sitter, che accudiscono i nostri anziani, i malati. Oppure che fanno lavori che gli italiani non vogliono più fare. Lavoratori che, in fondo, portano ricchezza. Oh bella, ma allora, se sono così utili e necessari e ci portano tanta ricchezza, perché aspettare che arrivino alla spicciolata, correndo anche seri pericoli, su vecchi barconi o sgangherate carrette del mare? Andiamo a prenderli direttamente noi a casa loro. Organizziamo delle regolari linee marittime che li portino comodamente in Italia. E’ una proposta come un’altra. No? Ci pensi ninistro Maroni, ci pensi. Mi è venuta in mente leggendo, per l’ennesima volta, questa storia delle "badanti", in un articolo sul Foglio.it che riporta l’intervista a Silvia Ballestra la quale, a proposito della "paura degli immigrati", dice: " L’insicurezza reale o percepita o gonfiata ad arte fa vedere come obiettivo principale quello di non perdere ciò che si ha, prima di tutto. La cosa può essere accecante. Può farti dimenticare che l’immigrato-uomo nero è in realtà la badante e la baby sitter di cui hai disperatamente bisogno.". Appunto.

A sentire certi opinionisti sembrerebbe che più di due milioni di immigrati in Italia siano tutti "badanti". Così oggi avere la badante è quasi uno status symbol. Per essere davvero "In" devi avere l’attico in centro, la villa in campagna, 3 o 4 auto di grossa cilindrata, la barca, qualche cavallo da corsa, essere intercettato (questa è una condizione essenziale) ed avere la badante per il nonno.

Ecco, nell’immagine, l’arrivo di un bel contigente di badanti e baby sitter.

Con la bella stagione anche quest’anno arriveranno migliaia di badanti. Quindi non preoccupatevi. Ci saranno badanti per tutti. Basta prenotarsi in tempo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...