Canzone per te

Nella grande produzione, ricca di successi, di Sergio Endrigo, questa splendida canzone merita un posto di primo piano. Vinse il festival di Sanremo 1968, in coppia con Roberto Carlos. Una delle poche volte in cui sono stato d’accordo col verdetto della giuria. L’evento di quella edizione del festival fu la partecipazione del grande Louis Armstrong, ritratto in questa immagine mentre riceve una targa ricordo dal sindaco di Sanremo.

Ci fu un attimo di panico quando Armstrong, finito di cantare, non si decideva ad uscire dal palco. Era convinto, forse, di dover continuare a suonare. Baudo lo invitava ad uscire, ma Armstrong non capiva l’italiano, Baudo, forse, non conosceva ancora l’inglese e non riuscivano a capirsi. Tutto si risolse nel giro di qualche decina di secondi. Ecco i filmati originali della serata finale in cui, dopo la proclamazione della vittoria, gli interpreti eseguono di nuovo la canzone vincente.

Endrigo – http://it.youtube.com/watch?v=VxpCCkdwp0E

Roberto Carlos – http://it.youtube.com/watch?v=ePhiUZWHfYY

 

Anche questa canzone ebbe numerose interpretazioni che ne fecero un successo mondiale. Ne ricordo una su tutte, quella della grandissima Amalia Rodrigues alla quale dedicherò uno spazio speciale perché fra tutte le grandi interpreti della canzone mondiale lei è unica. Il video è strano. Ho l’impressione che abbiano inserito la musica sopra un filmato di un’altra canzone. Lo si capisce dal fatto che il filmato sembra fuori sincronia, ma non è una questione di sincronia; sia Amalia che gli strumentisti stanno eseguendo chiaramente un altro brano. Ma ciò che conta è la ineguagliabile voce della grande Amalia.

Amalia – http://it.youtube.com/watch?v=3naCUT3O84w

 

 

13 pensieri su “Canzone per te

  1. che splendida questa canzone! La versione che preferisco delle tre è quella di Roberto Carlos! Ma sai che non ricordavo avesse vinto? Ero piuttosto piccola nel 68,ma ricordo di averla ascoltata in quella finale (bè una volta mica la facevano tanto lunga in tv),in bianco e nero,senza pubblicità e senza il telecomando per fare zapping!

    Mi piace

  2. Giano

    Ciao Claudietta, sì bella, ma qui ho voluto inserire i filmati originali per il loro valore storico. Quella di Amalia è un mio omaggio personale perché è una delle mie preferite.

    Ciao Elle, sì forse una delle più belle di Endrigo. Come vedi, mi sono stancato di parlare di politica, società, gossip e cavolate varie. Mi fanno solo arrabbiare. Quindi, è proprio il caso di dirlo, si cambia musica…che è la mia passione. Almeno ascolto quello che mi piace. Torna spesso, ci saranno novità ogni giorno. Comincio a divertirmi con questo YouTube. A proposito, complimenti per la Gibson…tienila cara, è un cimelio storico.
    Buona serata

    Mi piace

  3. Ebe

    Lo ricordo in un’intervista, credo di tre anni fa, poco prima della morte: un uomo dignitoso, arguto ma tragicamente troppo rigoroso e serio per vivere in queesta società scorretta e cialtrona dove diventano divi gli incapaci improvvisati… lui era troppo intellettuale, ricordava la frequentazione con i poeti francesi in voga nel ’68, la passione politica, le collaborazioni artistiche di pregio. In questa Italia dove la qualità spesso è relegata all’ultimo posto delle hit parades, che posto vuoi che abbiano le persone di valore? Poco o niente.
    Poi aveva questa espressione quasi sempre triste anche quando cantava le filastrocche di Rodari e come fa uno così a piacere alle masse? Questa era la sua condanna.
    Hai fatto bene a ricordarlo 🙂

    Mi piace

  4. Giano

    Ciao Ebe, condivido in pieno le tue osservazioni. Ricordo anch’io un’intervista (non so se fosse la stessa che citi tu) in cui lamentava di essere stato emarginato dai discografici. Ha scritto tantissime belle canzoni, sempre ispirato, mai concessioni eccessive alle mode e alle esigenze del mercato. Uno dei pochi cantautori italiani che ho apprezzato.

    Grazie a te Prismablu. Se vai a vedere la mia playlist, in testa alla pagina, magari ne trovi altre ugualmente belle.

    Ciao Esp, bella anche “La casa” e, se pure non espressamente per bambini, “L’arca di Noè”.

    Ho inserito il mio primo video su YouTube, fatto con qualche problema, ma quasi per miracolo. Anzi sono già due, visto che oggi ne ho inserito un altro. Ma devo ancora capire alcune cose in merito alla creazione di un video.

    Buona serata…

    Mi piace

  5. Giano

    Ciao Morgana, l’ho ascoltato, bello. Il tango è sempre trascinante, non si può non apprezzarlo. Specie quando è suonato e cantato con l’anima. Erano in molti a pensare che Carlos fosse spagnolo. Bella voce.
    Notte serena a cnhe a te.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...