C’è qualcosa nell’anima che non trova pace.

Sarà la nostalgia struggente di un fado, forse. O la passione di una danza andalusa. Sarà la cadenza di un vecchio tango o l’eleganza di un valzer. La musica ha un enorme potere evocativo, ha la capacità di suscitare sensazioni di cui ci sfugge l’essenza. La musica, certo, ma non solo. Ci sono parole soavi come carezze o laceranti come artigli di tigre. Ci sono pensieri improvvisi che frantumano certezze ed aprono abissi di inquietudine. E c’è la bellezza, in tutte le sue forme. La bellezza è una dannazione; non si riesce mai a raggiungerla, a possederla veramente.

Inseguire la bellezza è una corsa verso l’ignoto, al buio. E’ una preghiera inascoltata, un lamento senza conforto, una ferita aperta. Bellezza e verità sono sorelle: una ti ammalia, l’altra ti sfugge. Entrambe ti illudono. Mille domande, una sola risposta: il silenzio. Così c’è qualcosa nell’anima umana che non trova pace. E’ una tensione perenne, fra il tutto ed il nulla, fra l’origine e la fine. In costante ed instabile equilibrio su un sottilissimo filo di saggezza teso su un baratro di follia.

Anelito mai appagato di perfezione. Come un accordo di settima tenuto in sospeso, con una tensione crescente ed insopportabile, senza mai giungere alla risoluzione. Sì, è la musica il linguaggio dell’anima. Il dramma umano è come quell’accordo di settima che si risolve e trova pace solo nella sua tonica. Ma quell’accordo così appagante e desiderato è anche la fine del brano. E’ la fine di quella danza tragicomica e grottesca che chiamiamo vita. E così il destino beffardo riservato all’uomo è quello di trovare solo nella morte la risposta alla vita. Un Dio pietoso avrebbe dovuto risparmiarci questa tortura. Se esiste…
Riferimenti: ( Torre di Babele)

15 pensieri su “C’è qualcosa nell’anima che non trova pace.

  1. afesop

    Ehe caro Giano, questo è un tranello in cui pure i più intelligenti cadono…

    Ma tu, senza offesa, hai mai visto il Dio dei Mussulmani che si offre ogni Domenica in tutta l’Essenza, la Purezza, la Pace, la Soavità, la Bellezza? E’ quello che succede una volta alla settimana pure nella più sperduta chiesetta di paese…

    Non mi ricordo chi disse che l'”animo umano è inquieto finchè non riposa in Dio”. Mi pare Agostino, ma non vorrei far la parte dell’ignorante… ringrazia il Cielo, caro Giano, di questa inquietudine che ti sprona, ti tormenta, ti lacera nella ricerca del Bello. Se non fosse così, l’anima sarebbe morta e difficile diverrebbe ogni miglioramento. Continua la ricerca, non ti scoraggiare. Ti assicuro la mia preghiera.

    Lorenzo

    "Mi piace"

  2. lore

    Ehe caro Giano, questo è un tranello in cui pure i più intelligenti cadono…

    Ma tu, senza offesa, hai mai visto il Dio dei Mussulmani che si offre ogni Domenica in tutta l’Essenza, la Purezza, la Pace, la Soavità, la Bellezza? E’ quello che succede una volta alla settimana pure nella più sperduta chiesetta di paese…

    Non mi ricordo chi disse che l'”animo umano è inquieto finchè non riposa in Dio”. Mi pare Agostino, ma non vorrei far la parte dell’ignorante… ringrazia il Cielo, caro Giano, di questa inquietudine che ti sprona, ti tormenta, ti lacera nella ricerca del Bello. Se non fosse così, l’anima sarebbe morta e difficile diverrebbe ogni miglioramento. Continua la ricerca, non ti scoraggiare. Ti assicuro la mia preghiera.

    Lorenzo

    "Mi piace"

  3. Giano

    Ciao Lore, un po’ invidio la tua rassicurante certezza derivante dalla fede.
    Ma, come tu dici, se l’inquietudine umana trova appagamento solo in Dio significa una cosa sola: che l’inquietudine umana esiste, fede o non fede.
    Anzi, anche la fede ne conferma l’esistenza.
    Quindi, mi sa che dobbiamo rassegnarci e tenercela.
    Buuona settimana…

    P.S.
    Certo che quel peccatuccio originale ci è costato caro, molto caro…

    "Mi piace"

  4. esperimento

    In effetti, anche se a volte è più devastante, è meglio vivere con i propri dubbi che nelle certezze assolute.
    Qualcuno una volta disse che non è la verità che fa male, ma il credere di possederla.
    un caro saluto 🙂

    "Mi piace"

  5. Mary

    L’essere inquieti appartiene all’animo umano, caro Giano. Caelum non animum mutant qui per mare transcurrunt, scriveva Orazio. Che significa: si soffre ugualmente sotto cieli diversi. Forse si deve accettare la propria inquietudine come si accetta il tempo che passa…
    Coltivando le passioni e gli affetti troviamo una parvenza di pace.
    Ciao Gianino

    "Mi piace"

  6. Giano

    Ciao esperimento, hai ragione.
    E’ già una accettabile forma di saggezza quella di saper convivere con i mille dubbi dell’esistenza ed accettarli sapendo che quella è la natura umana.
    Anche se ogni tanto qualche piccola certezza, pur con tutti i benefici del dubbio, bisogna pure averla.
    Ma sono certezze passeggere, sempre a rischio di verifica.
    E intanto che si dubita e si verificano le certezze…è finita.
    Basta aspettare, no?
    Buona giornata 🙂

    "Mi piace"

  7. Giano

    Ciao Mary, saggia “poettrice”, hai ragione anche tu.
    Non solo le pene umane sono sempre le stesse, sotto ogni cielo, ma anche sotto ogni tempo.
    Sempre quelle, da sempre.
    Sì, mi sono inventato un neologismo per salutarti, è una sintesi fra “poetessa e pittrice”.
    Poettrice, appunto.
    Dai, sorridi…
    Un abbraccio e buona giornata 🙂

    "Mi piace"

  8. ariela

    Sai Giano che un vecchio rabbino chassidico diceva che il cuore “intero”, è il cuore “rotto” (lacerato).
    Mi piace quando scrivi così, con tanta passione e trasporto che di solito tieni dentro.
    Ciao, buona notte.

    "Mi piace"

  9. falivenes

    Platone diceva che lo spirito anela alla perfezione in quanto sa e ricorda(reminiscenza) che essa esiste in un mondo perfetto da cui veniamo e cui aneliamo tornare.
    Il Cristianesimo dice che l’uomo incontra la Perfezione(e quindi il Sommo Bene, nel Sacrario della propria coscienza)
    Ora visti i risultati delle tante fallaci(e cattive) azioni che l’uomo compie bisognerebbe pensare che alcune coscienze, o sono sorde, o sono malate…Ma se così fosse allora essenon sarebbero responsabili dei disastri che compiono(???)se un Hitler avesse avuto la coscienza malata, a chi imputare la responsabilità di taante morti?E una coscienza malata può inficiarne così tante altre fino a consentire il crescere e il diffondersi del Nazismo ieri e del
    Terrorismo oggi?
    I nazisti erano in buona fede?
    I terroristi sono in buona fede?
    Ciao Giano, sapessi quanto sono stanca ultimamente!

    "Mi piace"

  10. lore

    Innanzitutto quoto (e saluto) Nenè.

    Cara/o “esperimento”,
    non voglio certo trasformare il blog dell’amico Giano in un’arena per questo tipo di polemica, per cui sarò breve: la tua risposta è un cliché. Il percorso cristiano non ha gli occhi bendati, ti offre delle certezze che però vanno continuamente approfondite. Se vuoi gente che ha la verità assoluta in pugno e te la vuole imporre, rivolgiti all’amico Komeini o, più vicino, a qualche rosapugnone DOC. Discussione chiusa… ma da te, sinceramente, mi aspettavo occhi più aperti.

    Giano,
    “Ma, come tu dici, se l’inquietudine umana trova appagamento solo in Dio significa una cosa sola: che l’inquietudine umana esiste…”
    … finche non si vive in comunione con Dio…

    Si ci è costata molto quella mela, pure non essendoci crash monetari all’epoca :). Ma nulla è perduto, fidati. Forza e coraggio caro Giano, e avanti nel cammino…

    buona giornata

    Lore

    "Mi piace"

  11. Giano

    Ciao Lore, c’è un equivoco che è meglio chiarire.
    Il messaggio di Esperimento non si riferisce a questo post, ma ad un mio commento sul suo blog in cui mi lamentavo della lentezza della connessione che talvolta mi crea problemi nell’apertura delle pagine e non mi consente di lasciare commenti.
    Buona giornata 🙂

    "Mi piace"

  12. afesop

    Davvero? Io mi riferivo al commento delle 9:32 che sembrava difficilmente ambiguo… in ogni caso mi scuso se ho frainteso l’intervento di esperimento.

    Buona Domenica (senza Costanzo)

    Lore

    "Mi piace"

Rispondi a Mary Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...