La psicoanalisi ed i peni volanti

Quando meno te l’aspetti nella vita fai degli strani incontri. Cercavo su google un’immagine, pensate un po’, della strega di Biancaneve, quella che “Specchio, specchio delle mie brame…“. Mi serviva per fare una certa elaborazione fotografica. Dopo aver tentato inutilmente digitando altre parole, tento direttamente con “Biancaneve”. Nessuna immagine decente della strega davanti allo specchio. Ma mi incuriosisce una piccola foto in bianco e nero con due personaggi in abiti settecenteschi; clicco e mi indirizza al sito relativo che è questo www.psicoanalisi.it

Titolo della pagina “Biancaneve e altre vergini” (andiamo bene…) Sottotitolo: “Cherubino, fantasmatico pene di Susanna” (aridaje…). Prime righe di testo: “Il fantasmatico pene femminile, che abbiamo trovato come serpente biblico, come sette nani, come Rigoletto e come Cappuccetto Rosso, emerge nelle rappresentazioni del folklore nei posti più impensati.”. Insomma, dalla Bibbia alle fiabe per bambini non è altro che un elenco di peni sotto mentite spoglie. E nessuno ci aveva fatto caso.

Dalla ormai classica “invidia del pene” femminile (ormai lo sanno anche le educande) si passa, quindi, direttamente al pene femminile. Normale, la psicoanalisi è quella scienza per la quale qualsiasi oggetto abbia una forma allungata simboleggia un fallo maschile. Ci sono più falli in un testo di psicanalisi che in una partita di calcio. Bisogna fare, quindi, molta attenzione a leggere articoli di psicoanalisi perché, siccome ogni tre righe ci trovi un pene di passaggio (e pure senza protezione) può succedere che una fanciulla ingenua, che legga distrattamente e senza adottare le opportune precauzioni, possa restare incinta.

La pagina prosegue analizzando in particolare due opere di Mozart: Le nozze di Figaro ed Il flauto magico. (ovviamente alla ricerca di peni sparsi qua e là). Strano, conosco le opere, le ho viste varie volte a teatro, ma non avevo mai notato che ci fossero tutti questi peni. Forse ero distratto dalla musica! Succede. Se siete curiosi cliccate sul link riportato in precedenza, leggete, ma, che siate maschietti o dolci fanciulle, con tutti quei peni circolanti…prendete le dovute precauzioni.

Come esempio pratico riporto, nell’immagine sotto, un bozzetto di scena dell’opera “Le nozze di Figaro”, dallo stesso sito, dove si notano dei puttini nella parte alta, e che viene spiegata con la seguente didascalia: (Nota i putti = bambini = peni nella parte superiore dell’immagine).

E noi che, ammirando le opere pittoriche del passato, abbiamo sempre pensato che quei fanciullini alati fossero dei teneri puttini o “amorini”, come si usa anche chiamarli. Sbagliato: sono piccoli falli alati. Insomma peni volanti. Cosa dobbiamo concludere? Semplice, bisogna riconoscere che questa psicoanalisi (non tutta) che vede peni ovunque non può che essere “una scienza del cazzo”. O no?

 Avatar
Riferimenti: ( Torre di Babele)

4 pensieri su “La psicoanalisi ed i peni volanti

  1. dani-Dyodì

    ah ah ah ah ah… Divertente, Giano. Chissà quanti peni volanti scoprirò nella giornata di domani.. Già. La fisica quantistica insegna. “Non esiste nessuna realtà senza osservazione”… Ah ah ah ah. Ciao!

    Mi piace

    1. Giano

      Mi fa piacere che ti abbia suscitato una risata. Spesso la realtà è così assurda che l’unico modo per sopportarla è prenderla con ironia. Del resto, davanti a delle affermazioni come quelle riportate nel post, come bisognerebbe rispondere? O ci ridi sopra oppure li mandi al diavolo. E quella è psicanalisi, roba seria, roba per studiosi, specialisti della mente; mica scherzi. Boh…

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...