La povertà è una ricchezza! Il terrorismo anche…

Ci sono idee come boomerang. Partono dalla mente di qualcuno, fanno il giro del mondo e, quando tornano al punto di partenza, chi le aveva partorite non le riconosce più. Nel suo recente discorso alla nazione, il presidente Chirac, oltreché rivelare al mondo che "Siamo tutti figli della Repubblica", non soddisfatto di cotanta profondissima riflessione, ha voluto ribadire anche un concetto ormai diffusissimo, che viene elargito in ogni occasione con la validità di un assioma, e costituisce uno dei cardini del pensiero e della cultura europea multietnica, multiculturale, multirazziale, multiaccogliente, multitollerante, multicasinista e multichisssàchecazzohannointesta!

Il concetto, sempliccissimo, è questo: "La diversità è una ricchezza". Bel concetto, vero? Viene da pensare che anche povertà e ricchezza sono diversità. Allora proviamo ad esprimere quel concetto come se fosse un vecchio e caro sillogismo. – La diversità è una ricchezza. – La povertà è una diversità. – La povertà è una ricchezza.

Ma allora, se anche la povertà è una ricchezza perchè la si vuole eliminare? Anche il terrorismo è una diversità. Se ne deduce, sulla base del concetto precedente, che anche il terrorismo sia una ricchezza. Ma allora perché lo si combatte? Taluni affermano che il terrorismo non si combatte con le armi, ma col dialogo. Come dire: contrastare la guerra con la pace. Non ci sarebbero stati 50 milioni di morti nella seconda guerra mondiale se gli americani, dopo Pearl Harbor, invece di rispondere con le armi, avessero dialogato con i giapponesi. E se, ancora, francesi, inglesi e russi, invece di rispondere con le armi all’aggressione tedesca, avessero dialogato con Hitler. A pensarci bene, anche gli ebrei avrebbero voluto dialogare con Hitler. E, per andare alla radice prima della questione, anche Abele avrebbe voluto dialogare con Caino, se solo ne avesse avuto il tempo.

Ho la netta sensazione che mai, nella storia dell’umanità, si sia vissuto un periodo di confusione intellettuale come il nostro in cui si riempiono le teste di concetti mal digeriti, male interpretati e usati ancor peggio. Bisognerebbe essere molto più attenti nell’usare termini e concetti che andrebbero chiariti molto bene, prima di farne un uso improprio. Altrimenti si corre il rischio che chiunque si senta autorizzato a sparare cazzate, senza avere nemmeno il porto d’armi.
Riferimenti: Rottamazione alla francese…

14 pensieri su “La povertà è una ricchezza! Il terrorismo anche…

  1. Skizo

    La povertà è una ricchezza… per gli altri!
    Il sillogismo è corretto!
    L’affermazione prima non è che chi è diverso è ricco, ma che la diversità è ricchezza… per chi la sa sfruttare!
    Buon fine settimana!
    Ciaociao!

    "Mi piace"

  2. UcCaBaRuCcA

    A parte ribadire il fatto che il sillogismo non è sempre valido, c’è qualcosa che non mi quadra….
    La diversità è ricchezza: ci sta
    La povertà è diversità: che c’entra? non ha senso!
    Faccio l’esempio della struttura del tuo sillogismo:
    Esempio di sillogismo con il tuo schema:
    La macchina è blu
    La punto è una macchina
    La punto è blu
    Sillogismo con schema “classico”:
    Il ragionamento per sillogismo è molte volte assurdo.
    Hai ragionato per sillogismo.
    Il tuo ragionamento è assurdo.

    Tuttavia condivido la tua conclusione, viviamo un “periodo di confusione intellettuale”.
    Ma il presidente Francese Chirac ha ben ragione a dire che la diversità è una ricchezza. Perchè la Storia lo dimostra. Mi meraviglio che un liberale come te (e come tanti altri nostri concittadini di T.V.) non l’abbia capito.

    "Mi piace"

  3. MissMagda

    Ehem… è permesso?
    Posso?
    Non c’è nessuno???
    SI lo so! E’ da un pezzo che non passo di qua, ma sonos tata travolta da un fiume di vita in piena che non mi ha lasciato molte energie per nuotare in giro per la rete…
    Mea Culpa, Mea Culpa Mea Maxima Culpa….

    Un caldo abbraccio!
    Miss

    "Mi piace"

  4. Giano

    Caro Ucca…
    se c’è una cosa che è ancora valida(per fortuna), senza entrare nei dettagli e sottilizzare, è proprio la logica aristotelica di cui il sillogismo è un esempio insuperato di “logica”.
    Una dimostrazione della “confusione intellettuale” alla quale ho accennato è anche il fatto che si possa confondere il sillogismo con un falso sillogismo.
    Ed il tuo è un falso sillogismo.
    Anzi, a rigore, non lo è proprio.
    Per essere un sillogismo dovrebbe essere formulato come segue:

    – Tutte le macchine sono blu.
    – La Punto è una macchina.
    – La Punto è blu.

    Così sarebbe corretto.
    Il tuo secondo esempio non lo prendo nemmeno in considerazione poiché tutto può essere, meno che un sillogismo.
    Detto questo, il fatto che la povertà possa essere considerata una diversità, cosa che a te sembra fuori luogo, è una diretta conseguenza dell’affermazione generale “La diversità è una ricchezza”.
    Se non si chiarisce la natura e la specificità della “diversità” deve intendersi che qualunque fatto, oggetto, o fenomeno sia diverso da altri termini appartenenti alle stesse categorie, debba essere considerato diverso e, quindi, possa essere catalogato come “diversità”.
    Nel caso specifico la povertà è diversa dalla ricchezza e basterebbe questo a farla rientrare a pieno titolo nella categoria delle “diversità”.
    Senza contare che la povertà è, al tempo stesso, diversa da altri innumerevoli concetti che sono diversi per il semplice fatto che non sono “povertà”.

    Se ho citato il presidente Chirac è solo perché è l’ultimo, in ordine di tempo, ad aver usato quella affermazione che, peraltro, sembra essere una verità ormai acquisita.
    In realtà tale affermazione non significa assolutamente nulla.
    In gerco si direbbe, più esplicitamente, che non vuol dire un cazzo.
    La diversità, per sfortuna di coloro che continuano a blaterare di “uguaglianza”, è una caratteristica della natura.
    In natura non esiste niente di uguale, neanche a cercarla con il lanternino.
    Esistono similitudini, ma non esistono uguaglianze.
    (continua)

    "Mi piace"

  5. Giano

    L’unica rappresentazione possibile di “uguaglianza” è quella esprimibile, in maniera astratta, con una formula matematica.

    Detto questo, e considerato che in natura tutto è “diversità”, cosa significa affermare che tale diversità è una ricchezza?
    Vediamo.
    Si può intendere che la diversità sia un bene o sia utile, o sia necessaria, o sia auspicabile, o sia da preservare, o difendere, o tutelare con leggi speciali, o garantire, o…si può dire in ancora mille modi diversi.
    Ma poiché la diversità è la condizione naturale, provata ed indiscutibile dell’universo, tale che la si può identificare con la stessa natura, bisogna concludere che parlare di diversità e parlare di natura, o mondo, o universo, sia lo stesso.
    O meglio, poiché la diversità è un concetto astratto ed esiste solo in quanto possiamo attribuirne il significato a qualcosa di reale, in questo caso la natura, potrebbe anche non esistere.
    La natura, invece, esiste e potrebbe esistere tranquillamente, anche se l’uomo non avesse mai inventato un termine come “diversità”.
    Il che significa che la diversità è solo uno degli attributi della natura.
    E significa anche che il termine “natura” implica già il concetto di diversità.
    Allora cosa significa “La diversità è una ricchezza”?
    Significa che la natura è un bene?
    Significa che tutto ciò che è natura è buono e giusto?
    Allora devo concludere, necessariamente, che le alluvioni, i tornado, i terremoti e…il terrorismo, siano cose buone e giuste.

    In verità, le mie considerazioni sono quasi sempre un po’ sopra le righe, spesso sembrano assurdità o paradossi, o provocazioni.
    Forse lo sono, ma è un modo come un altro per cercare di dimostrare che spesso affermazioni e concetti che riteniamo chiarissimi e scontati non lo sono più di tanto.
    E’ solo un modo per sostituire alle certezze quotidiane qualche piccolo dubbio.
    E mi piace farlo esponendo questi dubbi con un minimo di ironia.
    Tutto qui.
    Grazie per il commento, scusa se mi sono dilungato nella risposta e…alla prossima.
    Buona serata 🙂

    "Mi piace"

  6. zampa

    Ciao Giano filosofo battagliero, ti avverto che ti scriverò dal mio indirizzo email di yahoo, perchè sono stufa di leggere che il server è sovraccarico per cui non spedisce. Ieri ti ho scritto due volte. Oggi abbiamo avuto problemi di connessione. Proverò più tardi. Buona serata.

    "Mi piace"

  7. UcCaBaRuCcA

    Carissimo Giano,
    rileggendo il mio commento e la tua risposta mi sono reso conto che magari ho usato un tono non proprio pacato e me ne scuso.
    Ti confido che sul sillogismo, sono ignorante (purtroppo la scuola in Francia salta completamente la filosofia…) e quindi hai probabilmente ragione. Da ignorante, il sillogismo che hai proposto non mi convince (ma è una sensazione… non mi azzardo a confutare Aristotele!). Il secondo passo mi suona strano,
    “la povertà è una diversità”, la povertà essendo un fattore molto relativo, tutto diventa molto più complicato.

    Sono d’accordo sul fatto che TUTTO è diverso nel mondo, non esiste l’uguaglianza. ne deduco che la frase “la diversità è una ricchezza” può essere considerata una banalità, una ovvietà, ma non che possa essere considerata falsa.

    “se la povertà è una ricchezza perchè la si vuole eliminare”? da un punto di vista prettamente teorico (tralasciamo la morale), la diversità di classe sociale e il loro confronto, o conflitto, arrichisce l’individuo. Il principino di Monaco che si intrattiene con una hostess trova qualcosa in lei che non ha trovato nei suoi similari: la diversità sociale. In questo caso la povertà (relativa) è una ricchezza. Ma stiamo parlando in termini teorici.
    Un’altra cosa, il concetto di diversità non è un concetto totalizzante che ha una sola interpretazione come lo può essere il concetto di bellezza (una è bella o è brutta), ci sono un infinità di diversità che non si possono paragonare, diversità sociale, diversità climatica ecc. ecc.
    Spero che mi sono fatto capire,
    ciaoooooo!

    "Mi piace"

  8. Maryconfusa

    Ho letto e riletto, caro Giano, di questo filosofare, ma non è che ci abbia capito molto, anzi…
    La diversità esiste, eccome. Infatti, hai ragione quando dici che in natura non esiste niente di uguale. Ma allora perchè si continua a parlare di uguaglianza?
    Boh!!!
    Ciao e buon we.

    P.S. Help! Mi aiuti a creare un sito? L’idea me l’ha data Zampa per i sonetti in romanesco. Quando hai tempo…
    Ciaoooo

    "Mi piace"

  9. Stef/Card

    ora che incomincia il freddo
    accendo sempre il caminetto
    per riscaldare lambiente

    cè più calore famigliare
    e il sapore dellarrosto
    è unaltra cosa.

    in poboresa nci metto tutto
    quello che ho. Per esempio
    sfrigongio unpò daglio nel pane
    del giorno prima, mancai con
    un pomodorino a pezzettini e
    PARIRI UNATRAGOSA

    Ora mi stò dedicando a qualche
    pesciolino, maperò di mare,
    di quelli baratti chesenetrovano
    tanti…
    sono già stuffo dei pesci di
    acquaCULTURA che vengono dalla
    Grecia

    ORMAI SU GRECU DAPPU IMPARAU A MEMORIA
    E MISSONO GIAI ACQUACULTURATO

    Ciao Giano, G R A N D E!

    "Mi piace"

  10. AvidadivA

    Leggendo di queste “idee boomerang” mi è venuto da parafrasare quanto tu affermi da tempo: “quando tutti parlano senza capirsi SAREBBE meglio tacere”!
    Buona serata caro Giano, un abbraccio

    "Mi piace"

  11. Nenè

    ‘Tutti figli della Repubblica’e ci si è preso un mese di tempo per dirla ‘sta stronzata.
    Le sparano grosse Giano,nn se ne può proprio più,fanno tutti i Pontefici e non si accorgono,che al loro catechismo,mancano i catecumeni.
    Solo parole che vagano sciolte come cani.E proprio come questi, non sfiorano la mente neanche per un istante.
    Altro che vaccino,siamo già corazzati Giano!Nenè

    "Mi piace"

  12. bera

    Ciao Giano, io di silloggismi non me intendo molto perchè ho fatto una scuola tecnica e come puoi ben immaginare di queste cose poco se ne parlava. Ti confesso però, che avrei desiderato tanto fare il classico e studiare filosofia ecc! Beh, le cose vanno come vanno, e sono contento così!
    Comunque quello che dici mi piace perchè secondo me è vero che la povertà è una ricchezza (mi è sempre rimasto molto impresso quello che disse Benigni quando ricevette il premio Nobel, disse all’incirca: ringrazio mio padre per il dono della povertà che mi ha fatto e mi ha permesso di…); la diversità è anch’essa una ricchezza (presto, tempo pemettendo, pubblicherò un post sull’argomento).
    Grazie di questi spunti molto interessanti di approfondimento.

    Ciao.Ti auguro un meraviglioso fine settimana.

    berardo

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...