Effetti collaterali a distanza…


Ormai non c’è più limite alla scienza ed alla tecnologia umana. Una volta per trasmettere informazioni a distanza si usavano segnali di fumo o acustici. Ma erano molto limitati. Poi arrivarono i segnali radio. I primi esperimenti di trasmissione di segnali radio a distanza risalgono addirittura agli ultimi anni dell’ottocento, ad opera di Guglielmo Marconi. E fu proprio Marconi, il 26 marzo del 1930, a stupire il mondo con un esperimento clamoroso. Dal suo yacht Elettra, ancorato a Genova, inviò un segnale radio e, incredibile, accese le luci del municipio di Sidney in Australia. Da allora molta acqua è passata sotto i ponti (e anche fuori dai ponti…e se solo l’avessero raccolta non si avrebbe paura della siccità) e la scienza non si è fermata. Oggi si riesce a trasmettere a distanza qualunque cosa, con effetti spesso incredibili. Per esempio, proprio oggi in Scozia si tiene un importante incontro fra i potenti della terra. Bene, sembra che per festeggiare l’incontro si siano radunati molti giovani. E si sa, i giovani sono impulsivi, giocherelloni, e così, tanto per distrarsi, si divertono a spaccare qualche vetrina, bruciare qualche auto, lanciare cassonetti e oggetti vari sui poliziotti, così tanto per fare un po’ di casino. Ma la cosa incredibile è che, a quanto pare, tutto questo ha un effetto collaterale a distanza. Sì, loro fanno casino a Edimburgo e in Africa diventano meno poveri. Incredibile, vero? Eh sì, miracoli della scienza moderna. Boh…!?
Riferimenti: ( Torre di Babele)

8 pensieri su “Effetti collaterali a distanza…

  1. gio

    Ciao Giano ben tornato…
    si, sembra strano che distruggere qualcosa, qualunque cosa, possa fare il benessere dell’Africa.
    Non ho mai capito il vandalismo in nessuna delle sue forme. Purtroppo in Sardegna abbiamo esempi illuminanti in tutti i paesi…
    Basta vedere gli illeggibili cartelli stradali in qualche contrada…

    Mi piace

  2. dolceutopia

    😀 Ma dai! Ma, in effetti, hai ragione!!

    La tua ironia è irrompente! Ma mi piace…

    Sai, quel che non sopporto è questo lasciarci andare animalesco che prendono questi manifestanti!! Io sono per la pace, perciò sono pacifista! Loro sono per la pace… attuando in questo modo? Strano vero? E come quando prendi ha schiaffi tuo figlio e li URLI PAROLACCE perché lui(tuo figlio) ha a sua volta detto una parolaccia! E’ tremendo! Ma è così si comporta la maggior parte del genere umano.

    Ehi Giano… come fai a inserire i collegamenti per un file audio? Volevo lasciarvi oggi un collegamento a un mp3 ma non ci sono riuscita 😦

    Ok…bye bye! a presto! e fai il bravo!
    Nooo scherzo! continua pure a essere quel che sei!! 😉

    Mi piace

  3. Stefan/Cardolino

    Scusa Giano,
    stavo scrivendo una ca…e ho premuto
    per sbagli il tasto invia

    la domanda era questa..

    A proposto di acqua che scorre sotto i ponti

    quella che scorre alla scaffa, sotto i ponti,
    chelavedo tuttisantigiorni è lastessa che scorre
    sotto i ponti di bruclin e del ponte dei sospiri a venezia? insomma è acqua riciclata o
    comec…fanno?
    Ciao Giano sei troppo forte
    scusa la cavolata si fa per ridere
    buona giornata

    Mi piace

  4. chiccodicaffè

    e ti stupisci di così poco? e cosa dire allora di quel “tizio” …ehm,mi sfugge il nome…che trasformò l’acqua in vino e mi sembra anche che moltiplicasse pane e pesci…MAH!! -Sei sempre in gamba! :)cià

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...