Da grande voglio fare la rivoluzione (ma con calma…non c’è fretta…)

Le idee rivoluzionarie e sovversive o, più moderatamente, il senso di ribellione verso la società, sono come le malattie esantematiche: ci passiamo quasi tutti. Per fortuna si superano abbastanza facilmente e senza conseguenze. Poi si cresce e restano solo un ricordo. Ma non sempre. In alcuni casi i sintomi permangono anche in età giovanile o adulta. Così, capita di incontrare persone che continuano a propugnare la necessità di cambiare il mondo e fare le loro piccole o grandi rivoluzioni contro le multinazionali, il capitalismo, la borghesia, la società consumistica o, più semplicemente, contro il presunto capitalista affamatore del popolo, titolare di una piccola attività artigiana o commerciale nel quartiere, la cui gravissima colpa è quella di essere il "padrone".

Poi, la sera, questi piccoli apprendisti rivoluzionari tornano a casa, dove sono assicurati vitto, alloggio, paghetta settimanale e dove c’è sempre la mamma che li attende con ansia e provvede a fare la spesa, cucinare, lavargli la biancheria ed il culo. Mangiano, bevono, dormono tranquilli nella loro bella cameretta adornata con le immagini di Che Guevara, e il giorno dopo riprendono, con calma, la loro opera di predicatori e salvatori del mondo, contro il capitalismo, il consumismo e le comodità borghesi. E qualche volta aprono un blog…
Riferimenti: ( Torre di Babele)

9 pensieri su “Da grande voglio fare la rivoluzione (ma con calma…non c’è fretta…)

  1. fragmenta

    Ma davvero succede così? Ero convinta che fossero tutti a Cuba. Anche nel blog? In HP?
    Fra i raccomandati? Quasi quasi svengo. Ma allora, tutti quelli che postano continuamente contro Berlusca sono l’altra faccia della medaglia. Quasi quasi risvengo. Oppure, chiedo asilo ad un convento. Devo meditare.
    ciao Giano
    fragmenta

    Mi piace

  2. zampa

    Ma come, non te gusta la revolucion? I rivoluzionari che tornano da mammà tutte le sere e sono perenni gogliardi…ma criticano tutto e tutti. Più che altro sono patetici, e poi…fanno svenire Fragmenta!!!
    Ciao.

    Mi piace

  3. liberodivolare

    Mi sa che ti sono antipatici i Comunisti, i Fascisti, i Democristiani, i Liberali, i Leghisti, i Figli di papà e mammà, gli Operai e i Padroni, i Berlusconiani e i Prodiani, i Capitalisti, gli Younghiani, i Sognatori, i Cinesi, i Taliani, i Mericani, I Russi, gl’Ingresi, i Blogghiani, i Testimoni di Geova, i Beduini, i Capitani di lungo corso, I Ferrovieri, e l’intera Umanità.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...