La ricchezza della povertà…

Ci sono idee come boomerang. Partono dalla mente di qualcuno, fanno il giro del mondo e, quando tornano al punto di partenza, sono talmente modificate nella forma, nella sostanza, nel significato e nei contenuti, che coloro che le avevano partorite stentano e fanno fatica a riconoscerle. Taluni affermano che la diversità sia una ricchezza. Anche povertà e ricchezza sono diversità. Ma allora, se anche la povertà, essendo una diversità, è una ricchezza perchè la si vuole eliminare? O non è vero che la diversità sia una ricchezza, oppure non è vero che la povertà sia diversa dalla ricchezza. Taluni affermano che il terrorismo non si combatte con le armi, ma col dialogo. Come dire: contrastare la guerra con la pace. Non ci sarebbero stati 50 milioni di morti nella seconda guerra mondiale se gli americani, dopo Pearl Harbor, invece di rispondere con le armi, avessero "dialogato" con i giapponesi. E se, ancora, francesi, inglesi e russi, invece di rispondere con le armi all’aggressione tedesca, avessero dialogato con Hitler. A pensarci bene, anche Abele avrebbe voluto dialogare con Caino, se solo ne avesse avuto il tempo. O no?
Riferimenti: ( Torre di Babele)

2 pensieri su “La ricchezza della povertà…

  1. Speranza

    la lotta fra bene e male è cosa di lunga data e difficile da giudicare, anche perché forse ognuno non ha modo di farlo se non attraverso l’ovvia lente della propria realtà… però penso che vi siano luce ed ombre e che permanere nelle ombre sia soltanto un modo per dargli forza, mentre quello di tenerle in considerazione – queste ombre – ma andare avanti verso la luce sia una speranza vera di risoluzione e cambiamento… Forse non accettiamo questo metodo perché vorremmo che la soluzione fosse visibile durante la nostra vita, ma probabilmente sarà visibile, quel gesto di incredibile forza vitale, oltre la nostra morte, chissà… E’ una questione di scelte…. la prima scelta è quella che non nega la vita all’uomo… qual è?… mah, l’unica cosa che non credo è che possa essere quella dettata da sistemi e dittature economiche che stabiliscono a tavolino chi deve morire per far vivere ad un livello alto altre e poche persone…. forse quale sia la luce si percepisce stando ad ascoltare… ascoltare anche un’armonia, ascoltare il richiamo profondo della vita… della natura… forse dovremmo imparare a guardarci negli occhi più semplicemente… da uomo a uomo…

    "Mi piace"

  2. Giano

    Ciao Speranza,
    credo che la chiave di lettura del mondo sia quella che chiami lotta fra il bene ed il male.
    E spesso non si è d’accordo nemmeno nell’identificare i due contendenti.
    Coraggio….)

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...