Le cose che contano nella vita…

Si dice che la TV sia specchio dei tempi, specchio della realtà. E, come tale, ponga in risalto, evidenzi ed amplifichi i temi importanti della vita reale. Forse è per questo motivo che già dal mattino la TV ti ricorda quali sono le cose che contano veramente nella vita. Si parte col TG, ovviamente, con tutta una serie di notizie utilissime, dalle medaglie olimpiche alle dichiarazioni dei politici, dai morti ammazzati alle novità sul delitto di Cogne, etc. Tutte cose fondamentali e che incideranno notevolmente sullo svolgersi della tua giornata, aiutandoti a risolvere i problemi lavorativi, affettivi ed esistenziali in genere. A seguire, le previsioni del tempo, la percorribilità stradale e…l’oroscopo.

Il tutto per una durata di circa 10/15 minuti. Pausa per la pubblicità e poi si ricomincia, Tg, tempo, strade e…oroscopo! E così si va avanti per circa un’ora. Inutile cambiare canale; cambiano i suonatori, ma la musica è la stessa. Ora, visto il poco spazio a disposizione è chiaro che quei 10/15 minuti bisogna utilizzarli al meglio, evitando notizie superflue o poco importanti e cercando di sfruttarlo per parlare di cose veramente importanti e serie. Se ne deduce che…l’oroscopo sia una cosa importante e seria. Ma si può considerare seria una società che considera serio…l’oroscopo? Boh.

Astrologia-1

9 pensieri su “Le cose che contano nella vita…

  1. cpu

    di recente ho con il prof. P.V. dell’università di F. docente di Astrofisica, non specifico nomi e luoghi per la praivasi, elaborato una teoria, si fa per dire, abbiamo affrontato una discussione matematica sull’argomento luce. Il risultato è che la percerzione della luce, si caratteristica in 4 periodi differenti dell’anno: L= luce
    c=calda
    f=fredda
    Ms= massima
    Mn=minima

    LMs c – LMs f – L Mn c – LM f

    La nascita coincide con la prima sensazione del mondo che un soggetto prova, la luce è fondamentale…
    Dopo una serie infinita di elucubrazioni e dimostrazioni, che evito di riportare perchè non finiamo più è risultato che:
    E’ impossibile prevedere il futuro di un individuo
    ma che individui nati nello stesso periodo possono, dico possono, avere caratteristiche simili.
    Possono perchè la personalità, altre a dipendere da fattori di luce e periodi, dipendono da fattori fisici ambientali, come il luog e da fattori sociali e di educazione. Quello che però abbiamo trovato molto interessante è che la percezione della luce può determinare un certo tipo di sensibilità. Chi nasce d’autunno non è come chi nasce in inverno, ma è molto simile a chi nasce in primavera, perchè Lmsc (autunno rossi gialli )coincide con Lmnf (primavera, gialli rossi colori esplosione)
    la stessa cosa vale per inverno dove la luce Fredda massima coincide con l’estate dove la luce calda massima hanno la stessa esplosione dei bianchi…
    capisco che detta così, non spiega l’oroscopo, ma spiega, e forse dovrei aggiungere tutto il resto, che alcune relazioni esistono veramente.
    ciao

    Mi piace

  2. Genio Guastatore

    Fosse l’oroscopo, il male maggiore. E che dire del calcio, che in Italia, anziché come un prodotto-servizio-spettacolo col quale creare, tra l’altro, centinaia di occasioni di lavoro (le società USA di basket, baseball, football sono multinazionali con migliaia di dipendenti e quasi tutte in attivo; attivo vero, non da plusvalenza, in quanto da loro il concetto di “cartellino” non esiste), utilizziamo
    – quanto alla parte peggiore della popolazione per fornirgli una valvola di sfogo alla frustrazione da vita così-così;
    – quanto al cittadino medio, ad educarlo ed assuefarlo alla burocrazia e al quotidiano cavillare (e poi si ode la gente che non sa neppure levarsi un dito dal naso parlare di plusvalenze, di indenizzi, di regolarità e di moratoria come fossero acqua fresca);
    – quanto al ceto imprenditoriale, come strumento per conseguire vantaggi e privilegi in cambio dell’accollo dei costi del “giochetto” (o forse vogliamo pensare che tanti multimiliardari che spesso si sono fatti da soli – i Sensi, i Gaucci, gli Zamparini, etc. – gestiscano entità in perenne perdita, spesso saltando da città a città, perché dalla sera alla mattina gli ha dato di volta il cervello?).

    Mi piace

  3. Giano

    Ciao Genio,
    hai ragione e, sai che non sono molto tenero con il calcio e altri spost.
    Ormai, da quando anche le società di calcio sono quotate in borsa, dovrebbe essere chiaro a tutti quello che era già chiaro prima, bastava osservare con un minimo di senso critico.
    E invece, stranamente, sembra che ancora non sia chiaro.
    E così, ogni volta che vedo immagini di tifosi pronti a qualunque cosa pur di “fare il tifo” per la propria squadra, mi viene da pensare che è come se la gente facesse il tifo per la Rinascente o l’Ansaldo, o la Finmeccanica o la Fiat.
    Ma non bisogna dirglielo.
    Meglio lasciarli sognare, meglio.
    E poi, si sa, come diceva un vecchio spot della Ferilli ” Quanto ci piace chiacchierare!”.
    Già, a noi italiani piace moltissimo chiacchierare, spesso a sproposito e senza alcuna cognizione, ma…ci piace.
    E così siamo tutti esperti di sport, di economia, di politica…tutti, ma proprio tutti.
    Che geni siamo!
    Ciao 🙂

    Mi piace

  4. Giano

    Ciao cipi,
    chiariamo subito che non mi riferisco all’astrologia in genere, ma a quella accozzaglia di sciocchezze che sono gli oroscopi del giorno; quelli che senti alla radio, Tv e leggi sui giornali.
    L’astrologia richiederebbe un discorso a parte.
    Ma anche gli addetti ai lavori sanno benissimo che un conto è credere nella possibilità di influssi planetari al momento della nascita, altro sono gli oroscopi del giorno.

    Detto questo, trovo interessante la teoria dell’influenza della luce.
    Ma ritengo che la sua importanza sia simile a quella di altri influssi legati alla percezione tattile, uditiva, olfattiva e gustativa.
    Quella visiva è una delle percezioni che influenzano la mente, attraverso gli organi sensoriali.
    Anche al momento della nascita.
    Ma, tuttavia, mi viene spontanea qualche considerazione.
    Poichè la natura della luce è quella, immutabile, e cambia solo la nostra “percezione della luce”, allora bisognerebbe tener presente non solo la stagione, ma anche altri fattori, quali la latitudine.
    E’ indubbio che, ferma restando la natura della luce, la nostra percezione cambi di molto sotto un sole accecante di mezzogiorno, oppure ammirando un cielo rosso al tramonto.

    E cambia anche, come dicevo, secondo la latitudine.
    La percezione della luce è molto diversa per un osservatore all’equatore e per uno al polo.
    E se questa teoria fosse vera, pensando a quelle popolazioni che vivono a latitudini polari o sub polari, dove come sai, luce e buio si alternano anche in periodi di sei mesi, cosa significa?
    Che gli abitanti di quelle zone, essendo influenzati dalla stessa percezione della luce, dovrebbero essere tutti molto simili?
    O, almeno, simili, ma divisi in due grandi gruppi; quelli che nascono nei sei mesi di luce e quelli che nascono durante i sei mesi di buio.
    O no?

    Ma la cosa dovrebbe essere valida anche per tutti i popoli.
    Significa che tutti coloro che nascono a New York d’estate sono simili fra loro e sono diversi da quelli che nascono in primavera?
    Che significa?

    Boh…!?
    Ciao 🙂

    Mi piace

  5. Genio Guastatore

    Sempre a proposito del calcio-tutor, dimenticavo la lezione più importante e quella più negativa che con esso si vuole imporre al popolo-bue: quella di non saper perdere.
    Così che, come nella vita quotidiana, l’avversario vince soltanto o perché ha rubato, o perché ha avuto fortuna, o perché è “mafioso”.
    Senza parlare dell’altro spigolo del cubo, ovverosia il tacciare di “gufo” e “jettatore” il conoscente o il tifoso che osi pronosticare con obiettivo realismo una sconfitta della propria squadra quando, che so, questa è il Pizzighettone di sopra e l’avversario (magari da affrontare in trasferta) il Real Madrid.

    Mi piace

  6. Giano

    Sì, genio,
    è uno degli aspetti insopportabili di quello che continuano a definire sport.
    Guai a perdere, si deve vincere ad ogni costo.
    L’importante è vincere.
    E questo è in contrasto con tutti i principi sbandierati sulla correttezza, sugli insegnamenti dello sport e sui suoi aspetti educativi.
    Ti insegna che tutto è permesso pur di vincere.
    Bell’insegnamento.
    Alla faccia dello sport.
    Non parliamo della violenza da curva sud, con morti ammazzati in nome del tifo.
    Meglio sorvolare.
    Perchè per certa gente anche quello fa parte dello sport.
    Ciao 🙂

    Mi piace

  7. francesca

    Potrei suggerirti di lasciar perdere i notiziari TV e ritornare alla vecchia, cara Radio?
    Io ascolto un solo notiziario TV, di primo mattino, mi devo sorbire l’odiato oroscopo in attesa delle previsioni del tempo e viabilita’ (stentavo a credere che fossero tanto presi in considerazione finche’ non ho sentito alcuni allucinanti commenti fra colleghe/i), e poi spengo. Passo alla radio. E mi rilasso: la mia giornata inizia serena.
    francesca

    Mi piace

  8. Genio Guastatore

    Sottoscrivo una volta di più, caro Giano, lasciandoTi (mi scuso per la frammentarietà, ma probabilmente le ferie mi hanno un po’… annebbiato) un ulteriore “post-it/barra/pillola di realtà quotidiana” sul tema: lo squallido spettacolo dei genitori dei bambini che giocano (soprattutto, ma non solo) il calcio nelle squadre giovanili, di fronte ai cui toni, spesso, scompaiono anche i capi ultrà di professione (altra piaga di cui spesso si tace: la professione, non l’ultrà).
    Buonanotte.

    Mi piace

  9. Giano

    Caro genio, ci siamo capiti benissimo.
    ” Non ci resta che piangere”.
    Coraggio e buona giornata 🙂

    Cara Francesca,
    posso assicurarti che la TV la guardo pochissimo.
    Mi dimentico di averla, ma talvolta, mentre prendo il caffè al mattino o mangio qualcosa a pranzo o a cena, l’accendo.
    Ed è in questi pochi momenti che mi capita di vederla che mi rendo conto di che squallore sia la TV.
    E poichè questi pochi momenti capitano in orari diversi della giornata, pur senza vederla costantemente mi rendo conto di quale sia la programmazione ed il livello dei programmi.
    Inqualificabile.
    Ciao Francesca, buona giornata 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...