Il tempo e la farfalla…

Se chiedi ad una farfalla cos’è il tempo non ti risponde; non può permettersi il lusso di sprecare istanti preziosi per fornire spiegazioni inutili. L’uomo, al contrario, ha una particolare predisposizione a dilungarsi in discorsi inutili ed a porsi domande alle quali non troverà mai risposta. Eppure, agli occhi dell’universo, l’uomo non ha molto più tempo di una farfalla.

tempoFarfalla

 

28 pensieri su “Il tempo e la farfalla…

  1. Giano

    Chiarimento.
    Prima che qualcuno azzardi commenti seri…
    Si fa per dire. Non prendetemi troppo sul serio.
    Si scherza.
    Il pensierino del giorno è vero, ma serve giusto per accompagnare questa stupenda foto che voglio condividere con voi.
    Ok?
    Spero solo di regalarvi un sorriso.
    Buona giornata…:)))

    Mi piace

  2. grisù

    ehhh, difficile fare la farfalla quando i pensieri affollano la mente….. sentirà anche lei tutta questa confusione che ho dentro?????
    Foto bellissima, rimango sempre incantata di fronte ai segni e ai colori delle ali delle farfalle…così simili, così diversi, vivaci….

    Mi piace

  3. rosagialla

    hai ragione Giano l’uomo talvolta a meno tempo di un afarfalla peccato che troppo spesso ce ne dimentiamo, troppo presi dai nostri egoismi, dalla nostra sete di potere, sete che non ti fa stare bene, rende solo gretti e meschini, ma che vuoi farci? L’incontentabilità umana è nata con esso e ne morira’ con esso…
    Bisognerebbe prendere il tempo per un sorriso, una stretta di mano il fermarsi ad accarezzare un bimbo, un anziano a volte un sempolice sorriso donato è un gesto che ci arricchisce peccato che troppo spesso facciamo finta di dimenticarcene …
    ti voglio bene
    un bacione grande

    Mi piace

  4. Giano

    Ciao Grisù,
    anche tu hai ragione.
    Chissà cosa pensano le farfalle!
    Sono contento che ti piaccia la foto.
    Le farfalle sono davvero di una bellezza incredibile.
    Come altre piccole cose della natura, i colori, le sfumature di un fiore, di una foglia…
    Piccole cose, ma bellissime e sono quelle la vera poesia del mondo.
    Ecco perchè io amo molto le foto.
    Sono come la musica, vanno dritte a toccare le corde dell’emozione.
    Non hanno bisogno di parole.
    Sono emozione pura.
    Ciao Grisù, buona giornata…:)))

    Mi piace

  5. Giano

    Ciao Giò,
    vero quel che dici.
    Ed è ancora fresco il ricordo di un’amica che ci ha lasciato.
    E tu sai quanto sia doloroso.
    Ma dovrebbe farci riflettere sulla caducità della vita, sulla estrema vulnerabilità dell’essere umano, sulla incertezza del domani.
    Ma, purtroppo, magari ce ne rendiamo conto quando capitano fatti dolorosi che ci obbligano a riflettere, ma dopo poco tempo si dimentica.
    Fino al prossimo momento di dolore.
    Ma questa è la natura umana.
    Ciao Giò, buona giornata…:)))

    Mi piace

  6. Giano

    Ciao viperella,
    è il tuo ex?
    Meglio così. meglio ex…
    Brutta bestia l’egoismo eccessivo, per sè stessi, ma soprattutto per chi ci deve convivere.
    Auguri…:)))

    Mi piace

  7. grisù

    sono il tipico esempio della viaggiatrice che riporta con se km di rullini con impresse piccoli soggetti di natura viva o di natura morta che hanno catturato la mia attenzione, che per un attimo mi hanno regalato un sorriso od un’emozione. Tornata lo scorso anno dalla Scozia, ho fotografato i fiori simbolo della nazione, gialli, piccoli, intensi nel colore e solo quando ho visto la foto ho notato delle piccole striature interne dei petali…. li ho tenuti in mano tante volte e non me ne sono accorta!!! A febbraio torno e allora guarderò con più attenzione…
    Un bacio dolce Giano

    Mi piace

  8. Violante

    Sarebbe bello sapere cosa prova una farfalla..Cosa si prova ad essere leggeri, senza la pesantezza dei giorni spesso troppo pieni di cose vuote! Assaporare ogni giornata gustandone ogni piccolo istante..Forse e’ questa “leggerezza” che dona alle farfalle quei colori meravigliosi!!

    Mi piace

  9. Giano

    Grisù, mi viene da sorridere a pensarti con decine di rullini…chissà poi l’ansia di vedere le foto.
    Lo so bene perchè anch’io, tempo fa, mi dilettavo di fotografia.
    Potresti caricarle sul PC ed inserirne qualcuna.
    Sai, credo che solo chi sa apprezzare le piccole cose sappia apprezzare veramente anche le grandi.
    Bisogna avere una sensibilità particolare per incantarsi ad ammirare una sfumatura di colore, anche un semplice filo d’erba bagnato dalla rugiada, il volo di un uccello, il canto di un usignolo, la semplicità delle cose belle, la bellezza delle cose semplici.
    E credo che tu abbia questa sensibilità.
    Ciao Grisù, un abbraccio…:)))

    Mi piace

  10. Giano

    Ciao Violante,
    sì, credo anch’io che la leggerezza sia la chiave giusta che può regalarci un po’ di felicità.
    Leggerezza del vivere che non significa superficialità, anzi, al contario, significa saper assegnare alle cose che ci circondano il giusto valore.
    La leggerezza del vivere è un’arte.
    E’ quella che ci fa apprezzare le cose per quello che sono.
    E ripeto quanto ho detto prima a Grisù…
    La semplicità della bellezza, la bellezza della semplicità.
    Ciao Violante…:)))

    Mi piace

  11. Giano

    Ciao Shak,
    bentornata fra noi.
    Non mollare mai, e tieni sempre un sorriso pronto…magari quando meno te l’aspetti incontri qualcuno che lo ricambia.
    Ciao bella…:)))

    Mi piace

  12. raffy

    …mi hai fatto venire in mente un mio post…diverso dal tuo ma concettualmente simile.
    …è vero le domande, e quante domande, senza risposte…come ci impegnano e ci fanno perdere il vero senso delle ORE che passano ciao

    Mi piace

  13. Lorenzo

    Ciao Genius,
    ciao Torre di babele…
    Eppure, ciò nonostante, malgrado ciò…si continua.
    Pensando e riflettendo di tanto in tanto sull’adesso e sul dopo.
    Mi chiedo quali pensieri e quali comportamenti adotteremmo se sapessimo cosa ci aspetta o non ci spetta dopo…
    La stima è reciproca.
    Lorenzo

    Mi piace

  14. zampaseria

    Prima che qualcuno mi prenda sul serio…be’ io ti prendo sul serio. Con la tua gentile aria scanzonata e un po’ ironica dici tantissime verita’ che varrebbe la pena almeno di raccogliere e una volta all’anno selezionare e decidere che cosa fare di quelle che si conserva. Ufff, che noiosa che sono!

    Mi piace

  15. micky

    nn ti conosco, sono nuova, ma ho notato ke in molti provano stima per te.
    Hanno ragione, sei una di quelle persone ke guardano oltre il tempo, oltre le banalità, ke sanno aprire un varco tra la quotidianità e l’essenza del vivere giorno per giorno. Credo tu sia una di quelle persone ke possa conoscere la differenza. Buon pomeriggio.

    Mi piace

  16. liberodivolare

    Una volta quando eravamo Cro-Magnon passavamo tutto il tempo a recuperare qualcosa da mangiare.
    Poi, a pancia piena, ci mettemmo a dipingere caverne.
    Poichè l’ozio è il padre dei vizi ma è anche l’unica maniera per pensare inventammo la ruota, imparammo a scheggiare le selci, raccogliemmo un fiore e al posto di mangiarlo lo osservammo.
    Poi, dato che ad oziare eravamo in parecchi, volendo discorrere un po’ inventammo i nomi, catalogammo gli oggetti, soffiammo, ruggimmo ed infine mandammo a quel paese chi ci importunava.
    Al posto della clava iniziammo a trovare altri usi ai fiori, qualche volta ce li fumammo, li raccogliemmo e li usammo per dormire su un letto di rose.
    A nostre spese imparammo a fogliere le spine prima di coricarci, ma ci furono anche quelli che tolsero le rose e restarono con le spine.
    Infine, sempre se c’era qualcuno che ci procurava il cibo, iniziammo a dare di testa, a partorire pensieri, ad osservare il cielo, a pensare a complicarci la vita.
    Scoprimmo cosa fosse la serenità, l’armonia e il dolore, imparammo a temere la Natura e Dio, imparammo a farceli amici, ma non troppo, scrivemmo per mandare lontano nello spazio e nel tempo i nostri pensieri, scoprimmo a nostre spese che eravamo nemici di noi stessi e tante altre cose.
    E tutto questo in un tempo che è niente di fronte all’eternità.

    La farfalla ha il suo tempo, noi il nostro.

    L’unica differenza che la farfalla è una creatura che porta in se stessa l’intera sua esistenza.

    Noi abbiamo questa facoltà ma anche la possibilità di dilatare, non dico all’infinito ma poco ci manca, il tempo a nostra disposizione.

    Mi piace

  17. stella

    è verissimo quello che scrivi solo che noi esseri strani percepiamo il concetto e poi dopo due minuti zac dimenticato, come se niente fosse,comunque grazie per avermelo ricordato

    Mi piace

  18. Giano

    E adesso come faccio a rispondere a tutti?
    Ok, mi limito a ringraziarvi per la presenza ed i commenti, sempre graditi.
    So bene che non possiamo vivere come farfalle.
    Ma ogni tanto una piccola riflessione ci sta bene, almeno per ridimensionare il nostro concetto di tempo e per ricordarci alcune cosette fondamentali che dimentichiamo troppo spesso, non per cattiva volontà, ma perchè stressati da mille distrazioni.
    Auguro a tutti voi una stupenda giornata…:)))

    Mi piace

  19. liberodivolare

    “Non hai tempo amico mio.
    E’ questa la disgrazia degli esseri umani. Nessuno di noi ha tempo sufficiente, e la tua continuità non ha senso in questo mondo imponente e misterioso.
    La tua continuità ti fa soltanto timoroso.
    I tuoi atti non possono avere il gusto, il potere, la forza imperativa degli atti compiuti da un uomo che sa di combattere la sua ultima battaglia sulla terra.
    In altre parole la tua continuità non ti rende felice o potente.”

    Carlos Castaneda
    Viaggio a Ixtlan

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...