Verrà una notte che…


Verrà una notte come tante altre. Farò le stesse cose di sempre, con la stessa noia di sempre. E non avrò il minimo sospetto. Difficilmente ci soffermiamo a pensare che gli attimi che viviamo, i gesti, le parole, gli sguardi, possano essere gli ultimi. Eppure sono unici, irripetibili e, pertanto, ultimi. Momenti simili, forse, ma non più quelli. Frammenti di spazio/tempo che non ci è dato ripetere. Attimi di vita unici e ultimi. Verrà una notte come tante altre. Farò le stesse cose di sempre, con la stessa noia di sempre. E non avrò il minimo sospetto che sarà l’ultima notte.
Riferimenti: ( Torre di Babele )

4 pensieri su “Verrà una notte che…

  1. Ebe

    “Verrà la Ebe con i suoi begli occhi
    a dissipar tanta tristezza e noia
    perché la notte mai ti sfiori e tocchi,
    così che avrai soltanto amore e gioia.”

    Ferdinando Pessoa ? Ode a quella splendida creatura di nome Ebe?

    Ehm… io non volevo farlo, sembra una forma di esibizione poco carina ma.. questo dice il poeta. Possiamo forse contraddirlo? Certo che no!
    Allora guarda, se devo venire vengo. Però, siccome non so dove sei, ti prego di darmi indicazioni precise rispondendo alla domanda:
    per andare dove devo andare, dove devo andare?
    Dammi qualche indizio che poi penserò a mettere insieme il tutto, si sa che è la somma che fa il totale, no?
    Ciao, buona giornata!
    (pssssss. ma me la merito o no un’immaginetta con una dedichina tutta per me?)

    :))))))))))))))))))))))))))))

    "Mi piace"

  2. Alessandro

    Ciao Giano, complimenti anche a te per le elaborazioni, sono “particolari”.
    Sì, ho due blog. Uno lo dedico solo alle foto, per temi (nessuna pretesa!).
    Fra poco pubblicherò la “canzone dell’emigrante” in genovese con la traduzione. Di quest’ultima foto che hai pubblicato, tempo fa, ho fatto un quadro che le somiglia molto, proverò a fotografarlo e pubblicarlo.
    Alessandro

    "Mi piace"

  3. pralina

    Che storia Giano!!!
    Ho letto ora il tuo commento sui fuochi d’artificio da me e … ho scoperto che hai fatto il militare nel paese su quel piccolo laghetto dove sono nata e vissuta per parecchi anni. Poi, da brava vagabonda, ho cambiato posti e paesi…. ma ora da 2 anni sono ritornata a vivere li’ vicino!!!!
    Quel laghetto che tu ricordi e’ il lago di Comabbio (che io amo moltissimo per la sua natura abbastanza selvaggia) e quella piccola caserma ora non c’e’ piu’, ma c’e’ un bel parco!
    Che bella storia!!!!!!!!!!
    Tu ora dove vivi?

    "Mi piace"

  4. layla

    Viver tutto come “l’ultimo..”.. ma allora non costruiamo?

    Assaporiamo quell’attimo come mai.. però è fine a se stesso.. perchè non ipotizziamo che l’azione compiuta possa essere costruttiva per un’azione che ne consegue?

    mmmhhh.. fammi pensare… non è così?

    Che dici?

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...